Efficacia della legge federale che promuove la costruzione d'abitazioni e l'accesso alla loro proprietà (LCAP) # S T #

Rapporto dell'Organo parlamentare di controllo dell'amministrazione a destinazione della sezione «Economia» della Commissione della gestione del Consiglio nazionale

del 9 febbraio 1996

90

L'essenziale in breve Nell'ambito della sua indagine in merito all'efficacia della legge che promuove la costruzione di abitazioni e l'accesso alla loro proprietà (LCAP) dal punto di vista degli obiettivi di politica sociale, l'Organo parlamentare di controllo dell'amministrazione (OPCA) è giunto alle seguenti conclusioni: - Dal 1975, la Confederazione ha concesso circa 2100 milioni dì franchi sotto forma di contributi non rimborsabili a titolo di aiuti soggettivi (riduzioni suppletive I-IV) sotto forma di contributi a fondo perso e 11500 milioni di franchi a titolo di fideiussioni e debiti rimborsabili nell'ambito degli aiuti aggettivi.

La presente indagine non si addentra in questioni relative all'efficacia della LCAP dal profilo della politica congiunturale e ai suoi effetti sull'insime dell'economia. L'OPCA ha analizzato ed esposto questi due aspetti nel suo rapporto del 2 dicembre 1996.

91

Abbreviazioni CdG CdG-CN LCAP

OPCA PNR Ricerca «promovimento dell'accesso alla proprietà»

Ricerca «promovimento della costruzione di abitazioni»

UFAB

92

Commissione della gestione Commissione della gestione del Consiglio nazionale Legge federale che promuove la costruzione d'abitazioni e l'accesso alla loro proprietà Organo parlamentare di controllo dell'amministrazione Programma nazionale di ricerca Schulz Hans-Rudolf, Muggli Christoph, Huebschle Jörg (1993), Wohneigentumsförderung durch den Bund, Die Wirksamkeit des Wohnbau- und Eigentumsförderungsgesetzes (WEG), Bundesamt für Wohnungswesen, Schriftenreihe Wohnungswesen, Band 55, Bern 1993.

Hanser Christian, Küster Jürg, Farago Peter (1995), Die Bundeshilfen für den Mietwohnungsbau, Vollzug und Wirkung des Wohnbau- und Eigentumsförderungsgesetzes (WEG), Bundesamt für Wohnungswesen, Schriftenreihe Wohnungswesen, Band 59, Bern 1995.

Ufficio federale delle abitazioni

Rapporto 1

Mandato della Commissione della gestione all'Organo parlamentare di controllo dell'amministrazione

La Commissione della gestione del Consiglio nazionale (CdG-CN) ha conferito all'Organo parlamentare di controllo dell'amministrazione (OPCA) il mandato di procedere a un'inchiesta preliminare e di elaborare un possibile questionario in vista di una verifica relativa all'efficacia della legge federale che promuove la costruzione d'abitazioni e l'accesso alla loro proprietà (LCAP). La CdG-CN ha motivato tale mandato puntualizzando che una maggior efficienza nell'esecuzione della legge potrebbe contribuire ad attenuare i problemi attuali nel settore dell'alloggio. La determinazione dell'efficacia della LCAP, inoltre, rappresenterebbe un'importante base decisionale per il nuovo credito che il Parlamento sarà chiamato ad approvare probabilmente già nel 1997.

Parallelamente all'inchiesta preliminare dell'OPCA, un ufficio di consulenza esterno ha iniziato, nell'ambito del Programma nazionale di ricerca «Efficacia delle misure statali» (PNR 27), un lavoro di verifica relativo all'efficacia degli aiuti federali destinati al promovimento dell'accesso alla proprietà. Anche l'Ufficio federale delle abitazioni (UFAB), inoltre, ha previsto, nell'ambito delle proprie attività di ricerca, di affidare a un ufficio di consulenza esterno la valutazione dell'efficacia del promovimento della costruzione di abitazioni.

In considerazione di questi fatti, la CdG-CN ha deciso di attendere i risultati delle due ricerche ed ha incaricato l'OPCA di sottoporle, a conclusione delle indagini e sulla base delle stesse, un rapporto che dovrà limitarsi all'efficacia della LCAP, escludendo le questioni attinenti alla sua esecuzione.

2

Problematica

Conformemente al mandato della CdG-CN, si trattava innanzitutto di rispondere ai tre interrogativi seguenti: 1.

2.

3.

Quali sono gli obiettivi della legge federale che promuove la costruzione d'abitazioni e l'accesso alla loro proprietà?

L'esecuzione della legge consente di raggiungerli?

Quali sono le lacune che impediscono una valutazione adeguata dell'efficacia della LCAP?

Metodo applicato dall'OPCA La ricerca sul «promovimento dell'accesso alla proprietà» è disponibile dal luglio del 1993, mentre quella sul «promovimento della costruzione di abitazioni» è stata pubblicata, con un notevole ritardo, soltanto nel maggio 1995.

93

L'OPCA ha effettuato le sue valutazioni basandosi su queste due ricerche. I risultati delle analisi dell'OPCA sono contenuti nel presente rapporto come pure nel rapporto dettagliato di lavoro (disponibile soltanto in tedesco).

L'OPCA ha sottoposto la bozza del suo rapporto all'Ufficio federale delle abitazioni (UFAB) affinchè ne esaminasse la completezza e la precisione nonché per la correzione di eventuali errori o malintesi.

4 4.1

La LCAP Basi legali

La legge federale che promuove la costruzione d'abitazioni e l'accesso alla loro proprietà è entrata in vigore nel 1975. Il suo scopo, conformemente all'articolo 34sexies Cost., è quello di ridurre i costi d'abitazione per gli strati della popolazione a reddito modesto, come pure per gli anziani, gli invalidi o le persone bisognose di cure (promovimento della costruzione di abitazioni) e di agevolare l'accesso alla proprietà di abitazioni alle economie domestiche e alle persone che, per mancanza di sostanza o di reddito, non possono disporre del capitale proprio necessario all'acquisto di una proprietà (promovimento dell'accesso alla proprietà di abitazioni).

4.2

Strumenti della LCAP

II promovimento della costruzione e dell'accesso alla proprietà di abitazioni perseguono obiettivi diversi. Gli strumenti impiegati, però, sono in ampia misura identici.

Gli strumenti della LCAP si distinguono in fideiussioni, debiti (impegni eventuali) e contributi rimborsabili che generalmente non gravano sulla Cassa federale, da un lato, e contributi a fondo perso non rimborsabili (sussidi) che gravano direttamente sulla Cassa federale, dall'altro. Non sono parimenti coperti da entrate i costi provocati dall'UFAB.

4.2.1

Fideiussioni e debiti

La Confederazione pu, al fine di facilitare il finanziamento di prestiti ipotecari, garantire per fideiussione fino al 90 per cento dei costi d'acquisto (prezzo d'acquisto) o dei costi d'impianto (costo del terreno e costo di costruzione). Le società per la costruzione di abitazioni d'utilità pubblica (p. es. cooperative di costruzione di abitazioni) possono beneficiare di una fideiussione fino al 95 per cento dei costi. Da un lato, l'ottenimento della fideiussione federale riduce il fabbisogno di capitale proprio al 10 e al 5 per cento rispettivamente dei costi d'impianto o d'acquisto; dall'altro, generalmente le banche applicano ai mutui al beneficio di una fideiussione federale un tasso d'interesse più vantaggioso.

94

4.2.2

Contributi rimborsabili

La parte più importante dei contributi rimborsabili è costituita dalle riduzioni di base, ossia dalle anticipazioni sulle spese d'affitto o sugli oneri dei proprietari (interessi).Tali anticipazioni consentono di mantenere l'onere iniziale dei locatari o dei proprietari al di sotto delle pigioni o dei tassi ipotecari usuali per circa 10 anni. Sull'arco di tutta la durata, le pigioni e gli interessi aumentano ogni due anni finché, dopo 25-30 anni, sono state rimborsate tutte le anticipazioni accordate, interessi semplici e composti compresi: Tasso d'interesse in %

Rimborso delle anticipazioni sulle riduzioni di base interessi compresi

Onere effettivo

Onere a copertura dei costi

Durata in anni

Anticipazioni della Confederazione

Rimborso delle anticipazioni con interessi semplici e composti

Le banche accordano attualmente la totalità delle anticipazioni per le riduzioni di base contro i debiti della Confederazione.

4.2.3

Contributi non rimborsabili

La maggior parte dei contributi non rimborsabili (contributi e sussidi a fondo perso) è versata sotto forma di riduzioni suppletive. Il loro scopo è quello di ridurre ulteriormente le pigioni che già beneficiano della riduzione di base. Per ottenerle non bisogna superare determinati limiti di reddito e di sostanza. Inoltre, soltanto le persone che abitano in alloggiLCAP e sono già al beneficio della riduzione di base possono chiedere la riduzione suppletiva. Attualmente, circa il 60 per cento dei locatari di abitazioni locabili promosse con i mezzi della LCAP riceve la riduzione suppletiva.

5 5.1

Risultati dell'indagine dell'OPCA Obiettivi della LCAP

Dall'analisi degli obiettivi realizzata dall'OPCA emerge che, mediante la LCAP, il legislatore persegue principalmente l'aumento dell'offerta di abitazioni a pigione moderata per gli strati della popolazione a reddito modesto e 95

l'aumento della quota di proprietari di abitazioni sulla popolazione totale. Si può inoltre individuare una serie di ulteriori obiettivi di diversa importanza, cui alludono le disposizioni relative all'urbanizzazione dei terreni, all'acquisto di terreni da costruzione di riserva ecc.

Con l'andar del tempo, si sono aggiunti obiettivi di politica congiunturale e strutturale. Negli ultimi anni, dunque, la LCAP è stata più volte impiegata quale strumento di politica congiunturale, segnatamente per stimolare il settore dell'edilizia, e quale strumento di politica strutturale, per assicurare le capacità nel settore delle costruzioni.

5.2

Crediti accordati e unità promosse

Dall'entrata in vigore della LCAP, nel 1975, il Parlamento ha approvato crediti per 14 259 milioni di franchi per il promovimento della costruzione di abitazioni e l'accesso alla loro proprietà, ripartiti come segue: - 11 552 milioni di franchi per fideiussioni, debiti e contributi rimborsabili sotto forma di aiuti oggettivi (in part, riduzione di base); - 2151 milioni di franchi per aiuti soggettivi, non rimborsabili, sotto forma di contributi a fondo perso (riduzioni suppletive I-IV).

5.3

Unità promosse

Nell'ambito del promovimento della costruzione di abitazioni, nel periodo tra il 1975 e il 1993 è stato concesso il sostegno mediante mezzi della LCAP a circa 51 000 abitazioni locabili, di cui circa 37000 nuovi appartamenti, ossia una quota pari al 7 per cento circa di tutte le abitazioni locabili (ca 500 000) edificate nello stesso periodo.

Nell'ambito del promovimento dell'accesso alla proprietà, nel periodo tra il 1976 e il 1991 hanno beneficiato dell'aiuto statale circa 10000 alloggi (case unifamiliari, case a schiera, appartamenti in proprietà ecc.), ossia una quota pari al 6,7 per cento circa delle unità abitative acquistate nello stesso periodo (155000).

L'aumento complessivo delle unità abitative (abitazioni locabili, case unifamiliari, proprietà per piani ecc.) durante questo periodo è di circa 380*000 unità.

Rispetto a tale aumento globale, la quota delle .unità abitative passate in proprietà privata grazie alla LCAP è del 2,7 per cento circa.

6

Sono stati raggiunti gli obiettivi della LCAP?

L'efficacia dell'azione della LCAP dipende in modo determinante dai crediti messi a disposizione e dalla domanda di mezzi di promovimento. Finora, è sempre stato possibile coprire la domanda con i crediti approvati. Il promovimento mediante i mezzi della LCAP è dunque sempre stato gestito in funzione della domanda.

96

6.1

Efficacia del promovimento della costruzione di abitazioni (abitazioni locabili)

Fondamentalmente, l'accesso ad abitazioni la cui costruzione beneficia del sostegno dei mezzi LCAP non è vincolato a condizioni relative al reddito o alla sostanza dei locatari. Tuttavia, gli autori della ricerca sul «promovimento della costruzione di abitazioni» giungono alla conclusione che la categoria di persone oggetto del promovimento LCAP, ossia gli strati della popolazione meno abbienti, è anche quella che ha maggiormente beneficiato degli aiuti della LCAP.

La loro ricerca dimostra che i locatari di abitazioni LCAP si differenziano, dal punto di vista strutturale e finanziario, dai locatari di altre abitazioni che non sono oggetto degli aiuti: per esempio, percepiscono redditi più modesti.

Due ulteriori risultati avvalorano questa constatazione. Innanzitutto, il 60 per cento circa dei locatari di abitazioni LCAP beneficia sia della riduzione di base (contributi rimborsabili) sia della riduzione suppletiva (contributi non rimborsabili). Tali contributi a fondo perso sono vincolati a limiti di reddito e di sostanza ben definiti. Il 30 per cento circa degli appartamenti, inoltre, viene locato in modo mirato ad anziani, invalidi o persone bisognose di cure.

I motivi che spingono imprenditori e investitori a costruire alloggi con il sostegno dei mezzi offerti dalla LCAP sono di varia natura. Le società per la costruzione di abitazioni d'utilità pubblica (cooperative di costruzione di abitazioni ecc.) sono spinte principalmente da motivazioni di carattere sociopolitico, ossia l'edificazione di appartamenti a pigione moderata per gli strati della popolazione meno abbienti, le famiglie con bambini, gli invalidi, gli anziani e i bisognosi; agli investitori commerciali interessa invece ridurre il rischio di ritrovarsi con alloggi sfitti e assicurarsi un rendimento soddisfacente. Gli aiuti della LCAP consentono a questi ultimi di offrire, in parte, appartamenti più vantaggiosi.

Inizialmente, le società per la costruzione di abitazioni e gli investitori esitavano a ricorrere alla LCAP. Negli ultimi anni, invece, la situazione è radicalmente cambiata. Tra il 1991 e il 1993, la proporzione di nuove unità abitative edificate grazie agli aiuti della LCAP è salita al 19 per cento circa, sebbene si stesse gradualmente delineando un'eccedenza di abitazioni vuote. In considerazione di questa situazione, dal 1995 l'UFAB ha fortemente ridotto la sua azione di promovimento. Di conseguenza, i crediti approvati nel 1991 e nel 1992 dureranno un anno in più rispetto a quanto previsto inizialmente. L'UFAB necessiterà dunque verosimilmente di nuovi crediti soltanto nel 1997.

II 7 per cento circa di tutte le abitazioni locabili edificate nel periodo tra il 1975 e il 1993 ha beneficiato degli aiuti della LCAP.

I gruppi destinatari della legge, ossia gli strati della popolazione meno abbienti, le famiglie con bambini, gli invalidi, gli anziani e le persone bisognose di cure, beneficiano del promovimento della costruzione di abitazioni.

4 Foglio federale. 80° anno. Voi. IV

97

6.2

Efficacia del promovimento dell'accesso alla proprietà (case unifamiliari ecc.)

Il miglior modo per illustrare l'efficacia del promovimento dell'accesso alla proprietà è quello di basarsi sull'evoluzione della quota di persone proprietarie di un'abitazione. Tra il 1970 e il 1990, dunque, si può osservare un lieve aumento della proporzione di proprietari, dopo il livello più basso toccato nel 1970. In questo periodo, la quota di proprietari è salita dal 28,1 al 31,3 per cento, corrispondente a un tasso di crescita dell'11 per cento in 20 anni. Occorre tuttavia rilevare che tale aumento si situa al di sotto della media europea.

Secondo gli autori della ricerca «promovimento dell'accesso alla proprietà», non è possibile stabilire con certezza in qual misura l'aumento della quota di proprietari sia dovuto alla LCAP oppure se la crescita possa essere ascritta ad altri fattori. L'analisi indica anche che l'aumento della quota di proprietari è stato più forte nei primi cinque anni dall'entrata in vigore della LCAP, dal 1975 al 1980 (1,8%), rispetto al secondo periodo, dal 1980 al 1990 (1,4%), sebbene la LCAP fosse già in vigore da dieci anni.

Gli stessi autori presuppongono che la categoria di persone oggetto della legge, ossia le economie domestiche che non sono in grado di reperire il capitale proprio necessario all'acquisto di un'abitazione a causa di un reddito o di una sostanza insufficiente, abbia effettivamente beneficiato degli aiuti della LCAP.

La ricerca mostra che i proprietari che sono stati oggetto degli aiuti della LCAP si differenziano strutturalmente e finanziariamente dagli altri proprietari che hanno acquistato un'abitazione senza il sostegno della stessa. In concreto, la proporzione di reddito che i primi devono investire in seguito all'acquisto di una proprietà è maggiore, mentre il capitale proprio come pure l'ammortamento del debito sono inferiori.

Gli autori della ricerca ritengono che negli aiuti concessi per promuovere l'accesso alla proprietà vi sia un effetto di distorsione, poiché una parte delle economie domestiche che ha beneficiato degli aiuti avrebbe comunque potuto sostenere l'acquisto di un'abitazione anche senza il finanziamento LCAP. Tale fenomeno interesserebbe il 35-50 per cento circa dei proprietari che hanno beneficiato degli aiuti. Anche una ricerca relativa all'efficacia del promovimento dell'accesso alla proprietà di abitazioni effettuata in Germania stima l'effetto di distorsione attorno al 50 per cento.

Da un punto di vista meramente giuridico non vi sono effetti di distorsione, poiché il promovimento dell'accesso alla proprietà non è fondamentalmente vincolato a limiti di reddito o di sostanza. Una restrizione è data a livello di costruzione, imponendo ai costruttori limiti massimi di spesa e norme qualitative ben definiti. Ciononostante, gli aiuti forniti a coloro che avrebbero potuto accedere alla proprietà di un'abitazione anche senza gli aiuti della LCAP riducono l'efficacia della stessa, dal momento che si sostengono anche le economie domestiche che non rientrano necessariamente nella categoria di persone che non sono in grado di reperire i fondi propri necessari all'acquisto.

98

7

Lacune ancora esistenti

La ricerca sul promovimento della costruzione di abitazioni e quella sull'accesso alla loro proprietà hanno consentito di analizzare gli obiettivi principali della LCAP e di determinarne e illustrarne l'efficacia. Vi è tuttavia ancora una serie di settori che non. sono stati analizzati o che non lo sono stati a sufficienza. Esistono dunque ancora lacune che impediscono o ostacolano una valutazione adeguata dell'efficacia di questi aspetti della LCAP. Qui di seguito, indichiamo i cinque principali settori in cui vi sono lacune.

7.1

Efficacia della LCAP quale strumento di politica congiunturale

L'analisi degli obiettivi ha rivelato che, nel corso del tempo, la LCAP si è arricchita di obiettivi di politica congiunturale e strutturale. La LCAP è dunque stata considerata a più riprese, segnatamente nel 1975, nel 1983 e nel 1991, uno strumento di promozione congiunturale e di politica strutturale, impiegato quale programma d'investimenti o d'incitamento per stabilizzare o sostenere l'edilizia in fasi recessive e al fine di evitare uno smantellamento troppo importante delle capacità.

A tale proposito, si pone la questione relativa all'adeguatezza della LCAP quale strumento di politica congiunturale e strutturale, ai costi che comporta e alla valutazione della sua efficacia.

7.2

Effetti della LCAP sull'insieme dell'economia

All'aspetto relativo all'efficacia politico-congiunturale della LCAP è strettamente collegata la questione degli effetti sull'insieme dell'economia. Proprio nei periodi caratterizzati da una bassa congiuntura, in particolare nel settore dell'edilizia, la LCAP assume una sempre maggiore importanza per l'economia in generale e per l'edilizia in particolare. Negli ultimi anni, dunque, le unità abitative costruite grazie agli aiuti LCAP sono aumentate sia in senso assoluto sia a livello percentuale: a seconda dei settori, sono state raggiunte quote che oscillano tra il 30 e il 50 per cento.

99

In considerazione di questa fondamentale importanza della LCAP per il settore delle costruzioni, occorre stabilire la sua utilità per l'insieme dell'economia, i suoi costi e i suoi effetti.

7.3

Impegni finanziari e finanziamento della LCAP

Considerata l'incertezza che grava sui futuri sviluppi congiunturali in Svizzera, occorre stabilire i costi che la Confederazione dovrebbe sostenere in seguito agli impegni assunti (fideiussioni, mutui rimborsabili, partecipazioni). Un altro interrogativo da risolvere è quello del futuro finanziamento delle prestazioni di promovimento nel settore della costruzione d'abitazioni e dell'accesso alla loro proprietà.

La più recente evoluzione congiunturale, caratterizzata da stagnazione, riduzione dei salari e stabilità dei prezzi, esercita una forte pressione sul modello di promovimento adottato dalla LCAP. L'UFAB ha reagito dimezzando l'aumento annuo degli interessi, dal 3 all' 1,5 per cento, per gli anni 1996-1997.

Attualmente, la Commissione delle finanze, in collaborazione con l'UFAB, sta valutando l'onere finanziario che la Cassa federale dovrebbe sostenere in seguito a possibili impegni della Confederazione nel settore delle riduzioni di base e delle fideiussioni federali, dovuti per esempio all'insolvenza di proprietari di abitazioni.

Questa analisi, invece, ha escluso il problema del futuro finanziamento del promovimento della costruzione di abitazioni e dell'accesso alla loro proprietà.

L'UFAB sta affrontando questo compito internamente. Per il momento, tuttavia, non sono ancora disponibili risultati concreti.

7.4

Nuovi modelli per il promovimento della costruzione di abitazioni e l'accesso alla loro proprietà

La questione relativa ai nuovi modelli e alle nuove forme di promovimento della costruzione di abitazioni e dell'accesso alla loro proprietà è strettamente legata ai problemi già enunciati in materia di costi, finanziamento e oneri per i locatari e i proprietari. Gli autori delle due ricerche non erano tenuti a pronunciarsi su nuove forme o nuovi modelli di promovimento della costruzione di abitazioni e dell'accesso alla loro proprietà. Tuttavia, in considerazione della situazione economica illustrata e delle difficoltà di mantenere gli aumenti dei tassi d'interesse al livello attuale, come pure dell'attuale stato delle finanze federali, oggi più che mai si pone il problema di identificare nuove forme di promovimento della costruzione di abitazioni e dell'accesso alla loro proprietà.

Questi temi dovranno in parte essere inseriti e trattati nell'ambito del programma di ricerca dell'UFAB. I primi risultati non saranno disponibili prima del 1998.

100

7.5

L'efficacia sociopolitica della LCAP

Né la ricerca sul promovimento della costruzione di abitazioni né quella sull'accesso alla loro proprietà forniscono indicazioni in merito al numero complessivo delle economie domestiche a reddito modesto in Svizzera come pure delle economie domestiche che non sono in grado di reperire fondi propri sufficienti all'acquisto di un'abitazione. È dunque impossibile stabilire quante persone ed economie domestiche adempiano le condizioni che danno diritto alla riduzione suppletiva o potrebbero beneficiare delle misure di promovimento dell'accesso alla proprietà.

La percentuale delle economie domestiche a reddito modesto che ha beneficiato del promovimento della costruzione di abitazioni o delle economie domestiche sprovviste dei fondi necessari all'acquisto che hanno beneficiato del promovimento dell'accesso alla proprietà non può dunque essere determinata. Di conseguenza, l'efficacia sociopolitica, gerarchicamente superiore agli altri tipi di efficacia, non può essere stabilita né per il promovimento della costruzione di abitazioni né per l'accesso alla loro proprietà.

Il presente rapporto illustra i principali risultati relativi alla valutazione dell'efficacia della LCAP. Il rapporto di lavoro dell'OPCA (in lingua tedesca) del 9 febbraio 1996 contiene i risultati più dettagliati.

I risultati relativi all'efficacia in materia di politica congiunturale e agli effetti della LCAP sull'insieme dell'economia sono illustrati nel rapporto dell'OPCA del 2 dicembre 1996.

È possibile ottenere i citati rapporti dell'OPCA come pure la perizia Ecoplan (in lingua tedesca) relativa all'efficacia in materia di politica congiunturale e agli effetti della LCAP sull'insieme dell'economia presso la Centrale di documentazione dei Servizi del Parlamento, Palazzo federale, 3003 Berna, tei. (031) 322 97 44.

Svolgimento dell'indagine

Direttore di progetto Assistente Segretariato

Direzione generale

Patrick Trees, lie. phil. I, Organo parlamentare di controllo dell'amministrazione Andreas Tobler, lie. phil. I, Organo parlamentare di controllo dell'amministrazione Ruth Aichele, Organo parlamentare di controllo dell'amministrazione Hedwig Heinis, Organo parlamentare di controllo dell'amministrazione Dott. Markus Spinatsch, Organo parlamentare di controllo dell'amministrazione

L'OPCA ringrazia tutti gli interlocutori per la partecipazione all'indagine.

9551

101

Schweizerisches Bundesarchiv, Digitale Amtsdruckschriften Archives fédérales suisses, Publications officielles numérisées Archivio federale svizzero, Pubblicazioni ufficiali digitali

Efficacia della legge federale che promuove la costruzione d'abitazioni e l'accesso alla loro proprietà (LCAP) Rapporto dell'Organo parlamentare di controllo dell'amministrazione a destinazione della sezione «Economia» della Commissione della gestion...

In

Bundesblatt

Dans

Feuille fédérale

In

Foglio federale

Jahr

1997

Année Anno Band

4

Volume Volume Heft

34

Cahier Numero Geschäftsnummer

---

Numéro d'affaire Numero dell'oggetto Datum

02.09.1997

Date Data Seite

90-101

Page Pagina Ref. No

10 119 057

Das Dokument wurde durch das Schweizerische Bundesarchiv digitalisiert.

Le document a été digitalisé par les. Archives Fédérales Suisses.

Il documento è stato digitalizzato dell'Archivio federale svizzero.