504

Iniziativa popolare per la partecipazione

Riuscita della domanda Visto il rapporto dell'Ufficio federale di statistica del 10 settembre 1971 sul risultato dell'esame delle liste, depositate il 25 agosto 1971 a sostegno dell'iniziativa federale per la partecipazione, si risolve: 1. La domanda d'iniziativa popolare per la partecipazione, presentata in forma di testo elaborato (nuovo art. 34 ter cpv. 1 lett. b tis), è riuscita, essendo stato raggiunto il numero di 50 000 firme valide, richiesto nell'articolo 121 capoverso 2 della Costituzione federale.

2. Su un totale di 162 118 firme depositate 162 052 sono valide.

3. Questo risultato è comunicato all'Unione sindacale svizzera, Monbijoustrasse 61, 3007 Berna, per trasmissione ai promotori dell'iniziativa, e pubblicato nel Foglio federale.

Berna, 16 settembre 1971.

La Cancelleria federale, II cancelliere della Confederazione: Huber

505

Iniziativa per la partecipazione Cantoni

Firme valide

Zurigo Berna Lucerna Uri Svitto Soprasselva Sottoselva Glarona Zugo Friburgo Soletta Basilea Città Basilea Campagna Sciaffusa Appenzello Esterno Appenzello Interno San Gallo Grigioni . . . , Argovia Turgovia Ticino Vaud Vallese Neuchâtel Ginevra

21012 33648 7319 2523 3 826 388 981 415 2499 7022 7857 10 070 3 792 2524 717 13 9 402 3 159 12132 3 870 9302 6323 5106 4752 3400 Totale

162052

L'iniziativa popolare propone d'inserire nella Costituzione federale la nuova disposizione seguente: «Articolo 34 ter capoverso 1 lettera b 6is La Confederazione ha il diritto di emanare disposizioni b. 6i8 sulla partecipazione dei lavoratori e delle loro organizzazioni alle decisioni nelle aziende e amministrazioni».

(È determinante il testo tedesco).

506

Decreto del Consiglio federale che proroga e modifica quello che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per il mestiere del tappezziere-decoratore (Del 23 agosto 1971)

// Consiglio federale svizzero decreta:

II decreto del Consiglio federale del 23 gennaio 1969 e 24 agosto 19701' che conferisce obbligatorietà generale al contratto collettivo di lavoro per il mestiere del tappezziere-decoratore è prorogato.

II È conferita obbligatorietà generale, eccetto i passi stampati in corsivo, alle seguenti disposizioni che modificano il contratto collettivo di lavoro pubblicato in allegato al decreto qui sopra citato.

Art. 13 cpv. 3 I salari orari minimi, compreso un supplemento del 6,6 per cento come compenso per la diminuzione di 3 ore della settimana lavorativa, sono:

per i tappezzieri e i tappezzieridecoratori qualificati durante il 1° anno dopo il tirocinio .

durante il 2° anno dopo il tirocinio .

a contare dal 3° anno dopo il tirocinio .

per gli operai semiqualificati . . . .

per gli operai ausiliari D FF 1969 I 91; 1970 II 307

nelle grandi

città Fr 6.80 7.30 7.80 6.65 6.50

nelle zone

urbane Fr 6.70 7.20 7.65 6.55 6.40

Resto della

Svizzera Fr 6.60 7.10 7.55 6.45 6.30

507

per le cucitrici-tappezziere qualificate: durante il 1° anno dopo il tirocinio .

durante il 2° anno dopo il tirocinio .

a contare dal 3° anno dopo il tirocinio per le cucitrici semiqualificate . . . .

nelle · grandi città

nelle zone urbane

Resto della Svizzera

Fr.

6.20 6.45 6.75" 5.90

Fr.

6.15 6.40 6.70 5.80

Fr.

6.10 6.35 6.65 5.75

Art. 18 cpv. 1 I lavoratori hanno diritto a vacanze pagate. Queste importano 3 settimane per anno civile; dopo il compimento del 50° anno di età e 10 anni di servizio o dopo il compimento di 20 anni di servizio: 4 settimane. Qualora l'indennità di vacanze è calcolata come percentuale del salario annuo, essa deve essere del 6 per cento per tre settimane e dell'8 per cento per quattro settimane di vacanze.

Art. 20 cpv. 2 L'assicurazione dev'essere stipulata per un'indennità giornaliera pari al 70 per cento del salario lordo, da pagarsi per 720 giorni nel corso di 900 giorni consecutivi, e, in caso di tubercolosi, per 1800 giorni nel corso di 7 anni consecutivi; il periodo di carenza non può superare 3 mesi e quello di attesa 2 giorni.

Art. 21 cpv. 1 II datore di lavoro è tenuto ad assicurare l'operaio contro gli infortuni professionali. L'assicurazione deve prevedere almeno: a. un capitale pari al salario di 1000 giornate, in caso di morte; b. un capitale pari al salario di 2000 giornate in caso d'invalidità totale e, in caso d'invalidità parziale, un capitale corrispondente; e. un'indennità pari all'80 per cento del salario, in caso d'incapacità temporanea al lavoro; d. le spese di cura, fino a una somma di 10 000 franchi.

Art. 22 Indennità per le assenze II datore di lavoro è tenuto a concedere all'operaio un congedo pagato della durata di: a. l/2 giornata per l'ispezione militare dell'armamento e dell'equipaggiamento; b. 1 giornata in caso di matrimonio proprio; e. 1 giornata in caso di nascita di un figlio proprio; d. 2 giornate in caso di decesso del coniuge, di figli propri, genitori, suoceri, fratelli o sorelle.

508 Ordinamento speciale per il Cantone di Zurigo

Art. l Salari Invece dell'articolo 13 capoverso 3 del contratto collettivo valgono i seguenti salari orari medi aziendali (inclusa la compensazione per la riduzione della durata del lavoro di tre ore): città di per i tappezzieri e i tappezzieriV .

,.,..

.

Zurigo Winterthur Altri luoghi decoratori qualificati: Fr.

Fr.

Fr.

durante il 1° anno dopo il tirocinio . .

7.40 7.30 7.20 durante il 2° anno dopo il tirocinio . .

7.80 7.65 7.50 a contare dal 3° anno dopo il tirocinio 8.25 7.95 7.80 per gli operai semiqualificati a . contare dal 2° anno di servizio 7.45 7.35 7.05 per gli operai ausiliari 7.-- 6.90 6.75 per le cucitrici-tappezziere qualificate: a contare dal 2° anno di servizio dopo il tirocinio 6.75 6.75 6.75 a contare dal 3° anno di servizio dopo il tirocinio 6.95 6.95 6.95 per le cucitrici semiqualificate . . . .

6.20 6.20 6.20 III II presente decreto entra in vigore il 13 settembre 1971 e avrà effetto sino al 31 dicembre 1972.

Berna, 23 agosto 1971.

In nome del Consiglio federale svizzero, II presidente della Confederazione: Gnägi II cancelliere della Confederazione: Huber

# S T #

Aggiunta all'elenco1}

degli istituti di prestito e delle società cooperative autorizzati a fare, come creditori pignoratizi, operazioni di pegno sul bestiame su tutto il territorio della Confederazione, conformemente all'articolo 885 del Codice civile svizzero e al regolamento del Consiglio federale del 30 ottobre 1917 concernente il pegno sul bestiame.

Cantone di Berna Nuova autorizzazione 92. Caisse de crédit mutuel de Rebeuvelier Berna, 14 settembre 1971.

i) FF 1946 324

Dipartimento federale di giustizia e polizia

Schweizerisches Bundesarchiv, Digitale Amtsdruckschriften Archives fédérales suisses, Publications officielles numérisées Archivio federale svizzero, Pubblicazioni ufficiali digitali

Pubblicazioni dei dipartimenti e d'altre amministrazioni della confederazione

In

Bundesblatt

Dans

Feuille fédérale

In

Foglio federale

Jahr

1971

Année Anno Band

2

Volume Volume Heft

38

Cahier Numero Geschäftsnummer

---

Numéro d'affaire Numero dell'oggetto Datum

24.09.1971

Date Data Seite

504-508

Page Pagina Ref. No

10 110 397

Das Dokument wurde durch das Schweizerische Bundesarchiv digitalisiert.

Le document a été digitalisé par les. Archives Fédérales Suisses.

Il documento è stato digitalizzato dell'Archivio federale svizzero.