# S T #

Decreto federale

concernente la continuazione del finanziamento dei provvedimenti economici e commerciali di cooperazione allo sviluppo, inclusi i provvedimenti di sdebitamento del 3 ottobre 1990

L'Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l'articolo 9 capoverso 1 della legge federale del 19 marzo 1976'> sulla cooperazione allo sviluppo e l'aiuto umanitario internazionali; visto il messaggio del Consiglio federale del 21 febbraio 19902), decreta: Art. l 1 Al fine di garantire la continuazione del finanziamento dei provvedimenti economici e commerciali di cooperazione internazionale allo sviluppo, è stanziato un credito quadro di 840 milioni di franchi.

2 La durata del credito è fissata ad almeno quattro anni a decorrere dal 1 ° gennaio 1991, ma non prima che siano esauriti i mezzi previsti nel precedente credito quadro per provvedimenti economici e commerciali.

3 1 crediti annui di pagamento sono iscritti nel preventivo.

Art. 2 II presente decreto, che non è di obbligatorietà generale, non sottosta al referendum.

Consiglio nazionale, 21 giugno 1990 II presidente: Ruffy II segretario: Koehler

Consiglio degli Stati, 3 ottobre 1990 II presidente: Cavelty II segretario: Huber

» RS 974.0

2

> FF 1990 I 1249 537

Schweizerisches Bundesarchiv, Digitale Amtsdruckschriften Archives fédérales suisses, Publications officielles numérisées Archivio federale svizzero, Pubblicazioni ufficiali digitali

Decreto federale concernente la continuazione del finanziamento dei provvedimenti economici e commerciali di cooperazione allo sviluppo, inclusi i provvedimenti di sdebitamento del 3 ottobre 1990

In

Bundesblatt

Dans

Feuille fédérale

In

Foglio federale

Jahr

1990

Année Anno Band

3

Volume Volume Heft

41

Cahier Numero Geschäftsnummer

---

Numéro d'affaire Numero dell'oggetto Datum

06.10.1990

Date Data Seite

537-537

Page Pagina Ref. No

10 116 463

Das Dokument wurde durch das Schweizerische Bundesarchiv digitalisiert.

Le document a été digitalisé par les. Archives Fédérales Suisses.

Il documento è stato digitalizzato dell'Archivio federale svizzero.