Piano settoriale dei depositi in strati geologici profondi, tappa 1: informazione e partecipazione La procedura di selezione dei siti per lo stoccaggio delle scorie radioattive è definita nel «Piano settoriale dei depositi in strati geologici profondi». Si articola in tre tappe e ha lo scopo di portare all'identificazione di un sito per lo stoccaggio delle scorie debolmente e mediamente radioattive e di un sito per le scorie altamente radioattive.

L'obiettivo prioritario è uno stoccaggio che garantisca la sicurezza a lungo termine delle persone e dell'ambiente.

La prima tappa è incentrata sull'identificazione di siti idonei, sulla base di criteri geologici e di sicurezza tecnica. Nell'ottobre 2008, la Società cooperativa nazionale per l'immagazzinamento di scorie radioattive Nagra ha proposto una serie di aree che, dal punto di vista geologico e della sicurezza tecnica, sono idonee allo stoccaggio di scorie radioattive. Si tratta di sei aree (Bözberg, Giura Sud, Lägeren Nord, Südranden, Wellenberg e Weinland zurighese) adatte all'ubicazione di un deposito di scorie debolmente e mediamente radioattive e di tre aree (Bözberg, Lägeren Nord, Weinland zurighese) adatte all'ubicazione di un deposito per scorie altamente radioattive o di un deposito combinato.

Queste proposte sono state esaminate e valutate da autorità e commissioni specialistiche della Confederazione. Le relative perizie sono nel frattempo disponibili.

L'idoneità geologica è il criterio principale, ma non l'unico, per l'individuazione dei siti. Per disporre in maniera ottimale gli impianti di superficie necessari al funzionamento di un deposito in strati geologici profondi, oltre che dei criteri relativi alla sicurezza si tiene conto anche degli aspetti socioeconomici e di pianificazione del territorio. Nella tappa 1 vengono quindi già definiti anche gli indicatori relativi alla pianificazione del territorio e la metodologia per la loro valutazione, da effettuare nella tappa 2.

La procedura di selezione dei siti si svolge in stretta collaborazione, sia dal punto di vista tecnico che politico, con i Cantoni e i Comuni interessati, nonché con le competenti autorità tedesche. L'Ufficio federale dell'energia (UFE) ha allestito un rapporto sui risultati, con una valutazione complessiva della prima tappa. Prima che il rapporto sui risultati sia sottoposto al Consiglio federale per approvazione, ha luogo una procedura di audizione della durata di tre mesi, conformemente all'articolo 19 dell'ordinanza del 28 giugno 2000 sulla pianificazione del territorio (RS 700.1).

Tutte le organizzazioni e le persone interessate possono esprimersi in merito alla tappa 1. Anche tutti i documenti su cui si basa il rapporto sui risultati sono depositati pubblicamente. I Cantoni interessati invitano gli organi regionali e comunali, nonché la popolazione, a partecipare alla procedura.

4832

2010-1823

Tutta la documentazione può essere consultata fra il 1° settembre 2010 e il 30 novembre 2010 presso l'Ufficio federale dell'energia, Mühlestrasse 4, 3063 Ittigen (indirizzo postale: UFE, 3003 Berna). È necessario annunciarsi anticipatamente.

Tale documentazione è disponibile anche presso i servizi cantonali per la pianificazione del territorio e alcuni Comuni delle regioni di ubicazione. Inoltre, può essere scaricata da Internet al sito www.ufe.admin.ch/scorieradioattive/audizione.

I pareri scritti possono essere inviati entro il 30 novembre 2010 al seguente indirizzo: Ufficio federale dell'energia, Signor Omar El Mohib, 3003 Berna; sachplan@bfe.admin.ch.

31 agosto 2010

Ufficio federale dell'energia

4833