1279

SUNTI DI MESSAGGI del Consiglio federale all'Assemblea federale In questa rubrica è dato un sunto dei messaggi e dei rapporti del Consiglio federale all'Assemblea federale, non pubblicati in traduzione italiana integrale. Nella parentesi finale (prima parte) è fatto riferimento alla pubblicazione degli originali nelle edizioni tedesca e francese del Foglio federale.

Per l'ordinazione dei medesimi all'Ufficio degli stampati della Cancelleria federale basta indicare la segnatura (seconda parte della parentesi).

ST

Del 17 maggio 1972

Messaggio concernente la revoca degli obblighi assunti dalla città di Zurigo in quanto sede del Museo nazionale Scorcio introduttivo

II messaggio propone l'abrogazione degli impegni contratti dalla città di Zurigo in materia di costruzione, di sistemazione e di manutenzione del Museo nazionale ed il trasferimento dei medesimi alla Confederazione, la quale verrebbe così ad assumere l'intera responsabilità, segnatamente per quanto concerne il campo finanziario. I due progetti di decreto federale, allegati al presente messaggio, costituiscono pertanto la base giuridica per consentire alla città di Zurigo di recedere dagli impegni contratti; a tal fine venne conchiusa il 23 marzo 1972, una convenzione tra la Confederazione e la città di Zurigo (approvata mediante uno dei detti decreti). La detta convenzione comprende i disposti grazie ai quali la città di Zurigo potrà recedere dagli impegni assunti nei confronti del Museo nazionale. Mediante il secondo decreto è effettuata l'abrogazione dell'articolo 5 della risoluzione federale del 27 giugno 1890 sulla istituzione di un Museo nazionale, articolo enumerante gli obblighi che la collettività pubblica, designata quale sede del Museo, doveva assumere nei riguardi del Museo stesso.

A suo tempo le città di Berna, Basilea, Lucerna e Zurigo avevano rivendicato la sede del Museo nazionale. Con risoluzione federale del 18 giugno 1891 fu infine designata la città di Zurigo. Le autorità competenti assunsero l'impegno di cui all'articolo 5 della risoluzione federale del 27 giugno 1890. Fu allora messa a disposizione del Museo una parcella di terreno di 8882 m2 e l'edificio venne costruito sulla «Platzspitzpromenade» nelle

1280

vicinanze della stazione principale; esso fu inaugurato il 25 giugno 1898.

Giuridicamente la città di Zurigo dovrebbe sopperire alle spese di costruzione, di sistemazione e di manutenzione del Museo stesso. Lo «Stadtrat» di Zurigo richiese nondimeno, il 10 aprile 1964, che la città venisse esonerata da tali impegni.

La convenzione di cui sopra, sottoposta a ratificazione, prevede sostanzialmente che la città di Zurigo potrà recedere dagli impegni assunti sia in materia di manutenzione del Museo (previo versamento di 6 000 000 di franchi), sia in materia di costruzione, trasferendo alla Confederazione il terreno ove sorge il Museo, compresi gli edifici e le aree necessarie per gli ampliamenti futuri.

Il messaggio, nei capitoli 2 e 3 espone la situazione ora in atto ed i negoziati condotti con la città per mutarla. Segue, nel capo quarto, la descrizione della nuova situazione che s'intende attuare, descrizione effettuata commentando la nuova convenzione tra lo Stato centrale e la città di sede.

Convenzione tra la Confederazione Svizzera e la città di Zurigo Quando i negoziati condotti con la città di Zurigo permisero di giungere ad una completa intesa circa l'abrogazione degli impegni zurighesi, le delegazioni poterono infine elaborare una convenzione tra la Confederazione e la città di Zurigo, concretante i risultati ottenuti.

Nella convenzione è stabilito che la città di Zurigo potrà recedere dagli impegni assunti a suo tempo con la Confederazione, all'atto dell'attribuzione della sede del Museo nazionale, nei termini sanciti nella risoluzione federale del 27 giugno 1890.

La convenzione è stata approvata dall'autorità centrale il 23 febbraio 1972, ed il 23 marzo dello stesso anno dallo «Stadtrat» di Zurigo ed infine fu firmata dalle due autorità; perché divenga effettiva dovrà essere ratificata dalle Camere del Legislativo e approvata dal Consiglio comunale di Zurigo.

A tale scopo, il messaggio propone che venga adottato un decreto federale semplice concernente l'abrogazione degli impegni assunti dalla città di Zurigo quale sede del Museo nazionale, decreto che, nel contempo, approva la nuova convenzione.

Inoltre, con lettera del 23 marzo 1972, lo «Stadtrat» di Zurigo ha chiaramente confermato che l'espressione «terzi» giusta l'articolo 4 capoverso 4 della convenzione, comprendeva segnatamente le Ferrovie Federali Svizzere. Infine la stessa autorità confermava che avrebbe proposto al Consiglio comunale di trasferire alla Confederazione i beni fondiari procurati a suo tempo per i bisogni futuri del Museo nazionale al prezzo d'acquisto (compresi gl'interessi e la somma versata per la costruzione di una strada).

Il messaggio s'avvia alla conclusione coi quattro capitoletti seguenti.

1281

Modifica del decreto federale del 27 giugno 1890 concernente la creazione d'un Museo nazionale svizzero La ratifica della convenzione ha come conseguenza di rendere caduco l'articolo 5 della risoluzione federale del 27 giugno 1890, sull'istituzione di un Museo nazionale svizzero. Il messaggio ne propone quindi l'abrogazione.

Occorre pertanto un decreto d'obbligatorietà generale, dato che la risoluzione federale del 27 giugno 1890 riveste tale forma.

Ulteriori studi evidenzieranno se sarà necessario rivedere la risoluzione per intero.

Alfine di facilitare lo sviluppo del Museo, teniamo assai a limitarci alla suddetta abrogazione per evitare una procedura troppo lunga che ritarderebbe una soluzione chiara.

Costituzionalità II decreto abrogativo assume ovviamente la stessa base costituzionale della risoluzione modificata, vale a dire la facoltà che il diritto costituzionale non scritto conferisce allo Stato centrale di operare nell'ambito culturale.

Conseguenze sul piano finanziario e del personale La Confederazione, in seguito all'abrogazione degli impegni assunti, dalla città di Zurigo, dovrà provvedere all'ampliamento, alla manutenzione e alla sistemazione del Museo. Essa acquista i terreni appartenenti al Museo compresi gli edifici (17 850 m2) percepisce la somma di 6 000 000 di franchi, dalla città di Zurigo, quale risarcimento per la manutenzione. Il preventivo per i lavori d'ampliamento ammonta a 12600000 franchi. Il nuovo regime non influirà sul piano del personale, concernendo soltanto la gestione del Museo.

Osservazioni finali Al fine di assicurare in avvenire uno sviluppo favorevole al Museo, si giudica opportuna la regolamentazione che consente alla città di Zurigo di recedere dagli impegni assunti (soluzione condivisa anche dalla Commissione del Museo). Paragonando la convenzione con gli accordi conchiusi con le città di Berna e Losanna, per esentarle dagli obblighi assunti quali sedi dell'amministrazione federale e del Tribunale federale, si constata che allora il risarcimento avvenne mediante il mero trasferimento della proprietà degli edifici e dei sedimi alla Confederazione.

Il messaggio si chiude con la proposta al Legislativo di adottare gli allegati progetti di decreto.

(FF 1972 I, tea. pag. 1605, frane, pag. 1589 -- 17. V. 1972, N. 11318).

1282

(Disegno)

Decreto federale concernente l'abrogazione degli impegni assunti dalla città di Zurigo quale sede del Museo nazionale L'Assemblea federale della Confederazione Svizzera, vista la risoluzione federale del 27 giugno 18901} sulla istituzione di un Museo nazionale svizzero; visto il messaggio del Consiglio federale del 17 maggio 1972 2) , decreta: Art. l È ratificata la convenzione conchiusa il 23 marzo 1972 tra la Confederazione Svizzera e la città di Zurigo per l'abrogazione degli impegni assunti da quest'ultima quale sede del Museo nazionale.

Art. 2 II presente decreto non è di obbligatorietà generale; esso avrà effetto con l'entrata in vigore del decreto federale del 19723> modificante la risoluzione federale sulla istituzione di un Museo nazionale.

2 II Consiglio federale è incaricato di eseguirlo.

1

" CS 4 229; RS 432.31 -·) FP 1972 i 1279 (sunto) RU 1972 . . . .

:l)

1283

(Disegno)

Risoluzione federale sulla istituzione di un Museo nazionale svizzero DF del

che la modifica

L'Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto il messaggio del Consiglio federale del 17 maggio 19721', decreta:

La risoluzione federale del 27 giugno 18902) sulla istituzione di un Museo nazionale svizzero è modificata come segue: Art. 5 Abrogato

II 1

II presente decreto è di obbligatorietà generale; esso è sottoposto a referendum facoltativo.

2 II Consiglio federale stabilisce la data della sua entrata in vigore ed è incaricato di eseguirlo.

11 2)

FF 1972 I 1279 (sunto) CS 4 229; RS 432.31

Schweizerisches Bundesarchiv, Digitale Amtsdruckschriften Archives fédérales suisses, Publications officielles numérisées Archivio federale svizzero, Pubblicazioni ufficiali digitali

Del 17 maggio 1972 Messaggio concernente la revoca degli obblighi assunti dalla città di Zurigo in quanto sede del Museo nazionale

In

Bundesblatt

Dans

Feuille fédérale

In

Foglio federale

Jahr

1972

Année Anno Band

1

Volume Volume Heft

26

Cahier Numero Geschäftsnummer

---

Numéro d'affaire Numero dell'oggetto Datum

30.06.1972

Date Data Seite

1279-1283

Page Pagina Ref. No

10 110 638

Das Dokument wurde durch das Schweizerische Bundesarchiv digitalisiert.

Le document a été digitalisé par les. Archives Fédérales Suisses.

Il documento è stato digitalizzato dell'Archivio federale svizzero.