# S T #

89.072

Messaggio concernente la costruzione di una cancelleria con appartamento di servizio e di una residenza per la rappresentanza diplomatica svizzera a Islamabad del 15 novembre 1989

Onorevoli presidenti e consiglieri, Con il presente messaggio vi sottoponiamo per approvazione un disegno di decreto federale concernente lo stanziamento di un credito d'opera di 13 240000 franchi per la costruzione e la sistemazione di una cancelleria con appartamento di servizio e di una residenza a Islamabad.

Gradite, onorevoli presidenti e consiglieri, l'espressione della nostra alta considerazione.

15 novembre 1989

1989-674

In nome del Consiglio federale svizzero: II presidente della Confederazione, Delamuraz II cancelliere della Confederazione, Buser

89 Foglio federale. 72° anno. Voi. Ili

1357

Compendio Nel 1959 il Governo del Pakistan decideva di trasferire la propria sede dall'alloro capitale Karachi a Islamabad.

Nel quadro di questo trasferimento, che comportava parimenti la dislocazione di tutte le rappresentanze diplomatiche, la Confederazione poté acquistare, nel 1962, un terreno edificabile di 6520 m2 in diritto di superficie, la cui utilizzazione è però sempre stata differita.

L'attuale cancelleria e la residenza del capomissione non soddisfano le esigenze della nostra Ambasciata sia per motivi di sicurezza sia per motivi di spazio e di sistemazione dei locali.

Per la costruzione di una cancelleria con appartamento di servizio e di una residenza è necessario un credito d'opera di 13 240 000 franchi.

1358

Messaggio I

Cenni generali

II Pakistan, Stato indipendente dal 1947, è nato dalla spartizione del vecchio impero indo-britannico. Raggiunta l'indipendenza, il Governo si stabilì a Karachi fino al 1959, data in cui decise di trasferire la propria sede a Islamabad, eretta a nuova capitale.

Il Pakistan conta oltre 100 milioni di abitanti su una superficie di 796095 km 2 .

11

Situazione iniziale

Secondo i principi dell'urbanistica moderna, la regione di Islamabad è stata suddivisa in zone commerciali, industriali e residenziali. Una zona speciale è stata riservata alle rappresentanze diplomatiche. Il Governo del Pakistan ha autorizzato dette rappresentanze a stabilirsi, provvisoriamente, nella zona residenziale sino all'attuazione dei loro progetti di costruzione.

La Confederazione ha potuto acquistare in diritto di superficie, per una durata illimitata, un terreno di 6 520 m2 situato nella zona adibita alle rappresentanze estere, detta «enclave diplomatica». Tale acquisto è stato da noi approvato con decisione del 3 dicembre 1962 che autorizzava lo stanziamento di un credito d'opera di 175 000 franchi. Già a quell'epoca era nostra ferma intenzione edificarvi una cancelleria ed una residenza per il capomissione.

Per motivi d'ordine economico la realizzazione di tale progetto è però sempre stata differita.

12

Condizioni d'abitazione attuali

La situazione logistica della nostra rappresentanza diplomatica a Islamabad non è mai stata risolta in maniera soddisfacente, tant'è vero che, a diverse riprese e per varie ragioni, ci si è dovuti trasferire in nuovi locali.

Gli edifici attualmente locati per la cancelleria e la residenza non sono più consoni alle esigenze di spazio, di lavoro e, soprattutto, di sicurezza generale. Studi approfonditi hanno fatto emergere che le attuali condizioni di abitazione non sono più accettabili e che soltanto la costruzione di uffici funzionali, di proprietà della Confederazione, nonché di una residenza degna di tal nome potrà, a lungo termine, costituire una soluzione soddisfacente.

Il Governo del Pakistan ha sovente insistito affinchè ci decidessimo a costruire o a liberare il terreno lasciato inutilizzato ormai da oltre 26 anni. La Svizzera è uno dei rari Paesi industrializzati a non aver ancora dato seguito alle richieste del Pakistan di trasferire la propria missione nella zona appositamente messa a disposizione delle rappresentanze diplomatiche.

1359

2

Credito di progettazione

Con decisione del 6 giugno 1988 il nostro Collegio ha liberato un credito di progettazione di 340000 franchi.

3

Relazioni bilaterali

Le relazioni bilaterali tra la Svizzera e il Pakistan si possono definire buone, non da ultimo anche grazie al processo di democratizzazione avviato dal Pakistan a seguito delle elezioni del novembre 1988. Il grande interesse che il Pakistan dimostra per la Svizzera è dato in particolare dal fatto che il nostro Paese è sovente citato come esempio in materia di progressi democratici.

Il Pakistan annovera la Svizzera tra gli interlocutori commerciali più importanti. I reciproci scambi commerciali si sono svolti, negli ultimi anni, nel modo seguente: Anno

Importazioni

Esportazioni

Saldo

in milioni di franchi

47,7 46,9 54,0

1984 1985 1986 1987 1988

604 60,0

158,8 197,8 259,2 237 3 234,0

+ 111,1 + 150,9 + 205,2 + 176,9 + 174,0

Dagli anni settanta, uno dei punti chiave dell'aiuto svizzero allo sviluppo si situa nel Pakistan. Le spese previste per il 1989 dalla Direzione della cooperazione allo sviluppo e dell'aiuto umanitario (OSA) e dall'Ufficio federale degli affari economici esterni (credito misto) sono stimate a 53 milioni di franchi. La DSA ha avviato in diversi settori una quindicina di progetti con la collaborazione di parecchi esperti svizzeri. Le prospettive per il futuro lasciano intravedere una tendenza alla crescita.

La colonia svizzera consta di circa 170 persone.

4

Progetto di costruzione

Sulla parcella acquistata in diritto di superficie è prevista la costruzione di un immobile per la cancelleria, con annesso un alloggio di servizio, e di una residenza per il capomissione.

L'immobile della cancelleria comprende, nell'interrato, i locali con gli impianti tecnici, un'officina per il portinaio, i rifugi, i depositi, gli archivi e le riserve di materiale nonché un parcheggio per sedici autoveicoli. Il pianterreno comprende l'ingresso, la sala d'aspetto per la sezione dei visti, quattro uffici e la riserva di materiale per il servizio consolare. Il primo piano comprende sei uffici per il servizio diplomatico, una sala per i collegamenti radio e una seconda

1360

sala con le telescriventi, una biblioteca/sala di conferenze e una caffetteria. Il secondo piano ospita invece sette uffici e una sala di conferenze per il servizio di coordinamento della cooperazione allo sviluppo.

Nelle adiacenze dell'immobile è prevista la costruzione di un alloggio di 4'/2 vani destinato al portinaio.

L'immobile della residenza ospita nell'interrato i locali con gli impianti tecnici, come anche un deposito, i locali per le scorte, i frigoriferi, i locali per il tempo libero e una lavanderia. Il pianterreno comprende i locali di rappresentanza, ossia una sala di ricevimento, un piccolo e un grande salone, una sala da pranzo, la cucina con una stanza di servizio, locali per le scorte e un guardaroba. Il primo piano ospita un appartamento di sei vani destinato all'ambasciatore e alla sua famiglia, come pure una camera per gli ospiti.

Si prevede inoltre di aggiungere un'ala per i domestici e due guardiole per i portieri.

La piscina sarà a disposizione del capomissione e dell'insieme dei collaboratori e dei loro familiari. Servirà altresì come riserva d'acqua in caso di incendio.

Date le condizioni di vita a Islamabad e la mancanza di centri di svago, l'installazione di una piscina è da considerarsi una necessità assoluta.

5 51

Conseguenze finanziarie e ripercussioni sull'effettivo del personale Spese di costruzione

Le spese di costruzione, ripartite secondo i principali gruppi del codice di costruzione della Centrale svizzera per la razionalizzazione edilizia (CRE), sono le seguenti (indice: settembre 1989): Franchi

CRE

1 2 4 5 8

Lavori preparatori Edifici Sistemazioni esterne Spese secondane Imprevisti

Totale credito d'opera

370 000 10170000 750 000 650 000 600 000 13 240000

Corso del cambio: 1 Rupia = 0,08 franchi.

52

Crediti necessari e finanziamento

II progetto concernente l'Ambasciata a Islamabad è compreso nella pianificazione pluriennale delle costruzioni civili della Confederazione nonché nella pianificazione finanziaria dell'Ufficio delle costruzioni federali per gli anni 1990 e seguenti.

1361

53

Ripercussioni sull'effettivo del personale

Attualmente 22 persone, vale a dire 7 collaboratori svizzeri e 15 impiegati locali lavorano presso la rappresentanza diplomatica svizzera a Islamabad.

La manutenzione e la sorveglianza degli impianti tecnici dovranno essere effettuati da uno specialista. Per tale ragione ed anche per motivi di sicurezza si dovrà assumere un portinaio di nazionalità svizzera. Dato che il Dipartimento utilizza già appieno il contingente di personale a sua disposizione, gli sarà impossibile recuperare l'unità in questione mediante mutazioni interne. All'atto della presentazione del preventivo verrà dunque chiesta l'assegnazione di un'unità supplementare.

6

Costituzionalità

La base costituzionale del decreto federale proposto è data dalla competenza generale della Confederazione in materia di politica estera. La Confederazione ha inoltre la facoltà di prendere i provvedimenti richiesti dall'adempimento dei relativi compiti amministrativi. In tali provvedimenti rientra anche la costruzione di edifici amministrativi e dunque anche di quelli destinati alle nostre rappresentanze diplomatiche e consolari all'estero.

2957

1362

Modello delle costruzioni progettate per l'ambasciata di Islamabad

1363

Decreto federale Disegno concernente la costruzione di una cancelleria con alloggio di servizio e di una residenza per la rappresentanza diplomatica svizzera a Islamabad del

LAssemblea federale della Confederazione Svizzera, vista la competenza della Confederazione a prendere i provvedimenti necessari per adempiere i suoi compiti amministrativi; visto il messaggio del Consiglio federale del 15 novembre 19891', decreta:

Art. l È stanziato un credito d'opera di 13 240000 franchi per la costruzione e la sistemazione interna di una cancelleria con alloggio di servizio e di una residenza a Islamabad.

Art. 2 II presente decreto, che non è di obbligatorietà generale, non sottosta al referendum.

2958

»FF 1989 III 1357

1364

Schweizerisches Bundesarchiv, Digitale Amtsdruckschriften Archives fédérales suisses, Publications officielles numérisées Archivio federale svizzero, Pubblicazioni ufficiali digitali

Messaggio concernente la costruzione di una cancelleria con appartamento di servizio e di una residenza per la rappresentanza diplomatica svizzera a Islamabad del 15 novembre 1989

In

Bundesblatt

Dans

Feuille fédérale

In

Foglio federale

Jahr

1989

Année Anno Band

3

Volume Volume Heft

50

Cahier Numero Geschäftsnummer

89.072

Numéro d'affaire Numero dell'oggetto Datum

19.12.1989

Date Data Seite

1357-1364

Page Pagina Ref. No

10 116 181

Das Dokument wurde durch das Schweizerische Bundesarchiv digitalisiert.

Le document a été digitalisé par les. Archives Fédérales Suisses.

Il documento è stato digitalizzato dell'Archivio federale svizzero.