09.437 Iniziativa parlamentare Aumento dei contributi ai gruppi parlamentari per la copertura dei costi delle loro segreterie Rapporto dell'Ufficio del Consiglio nazionale del 21 agosto 2009

Onorevoli colleghi, con il presente rapporto vi sottoponiamo un progetto di modifica dell'ordinanza dell'Assemblea federale concernente la legge sulle indennità parlamentari, che trasmettiamo nel contempo per parere al Consiglio federale.

L'Ufficio del Consiglio nazionale vi propone di approvare il progetto allegato.

21 agosto 2009

In nome dell'Ufficio: La presidente, Chiara Simoneschi-Cortesi

2009-2116

5381

Rapporto 1

Genesi del progetto

I gruppi parlamentari sono organi dell'Assemblea federale (cfr. art. 31 lett. h della legge sul Parlamento, LParl; RS 172.10) e hanno il compito di esaminare in via preliminare gli oggetti sottoposti alle Camere (cfr. art. 62 cpv. 1 LParl). Possono istituire segreterie e ricevere un contributo a copertura delle spese di segreteria (cfr.

art. 62 cpv. 4 e 5 LParl). Attualmente il contributo annuo di base ammonta a 94 500 franchi e il contributo annuo per membro a 17 500 franchi (cfr. art. 12 della legge sulle indennità parlamentari, LI; RS 171.21 e art. 10 dell'ordinanza dell'Assemblea federale concernente la legge sulle indennità parlamentari; RS 172.211 [qui di seguito ordinanza]). Sia la legge sul Parlamento sia l'ordinanza sanciscono un impiego mirato di questi contributi.

Al momento l'80 per cento dei contributi ai gruppi parlamentari è impiegato per affrontare i costi del personale (incluse le prestazioni sociali) e il restante 20 per cento serve per coprire i costi di infrastruttura e il ricorso a consulenti esterni. Secondo la maggioranza dei gruppi parlamentari, l'infrastruttura professionale e l'assistenza ai gruppi con effettivi pongono esigenze più elevate che rendono necessario un aumento dei contributi a loro destinati. Questo conferirebbe ai gruppi parlamentari una maggiore indipendenza, poiché potrebbero svolgere autonomamente le attività politiche di base invece di delegarle alle associazioni o alle organizzazioni di interesse.

Gran parte dei presidenti dei gruppi parlamentari ha pertanto proposto all'Ufficio del Consiglio nazionale di aumentare i contributi. Al contempo ha chiesto anche di prevedere un controllo più approfondito dell'impiego di questi contributi.

L'Ufficio del Consiglio nazionale ha approvato questa proposta il 28 maggio 2009 decidendo di presentare una sua iniziativa. L'Ufficio del Consiglio degli Stati ha dato la sua approvazione l'11 giugno 2009.

2

Motivi per l'aumento dei contributi ai gruppi parlamentari

I gruppi parlamentari adducono i seguenti motivi: Processi politici sempre più complessi e accelerati: Visti la qualità e la complessità degli affari parlamentari nonché il maggior ricorso a procedure urgenti da parte del Consiglio federale, il volume di lavoro a carico dei deputati e delle segreterie dei gruppi parlamentari è notevolmente aumentato. Inoltre, i media hanno aspettative più esigenti nei confronti dei politici, in generale, e dei deputati, in particolare. La pressione sul Parlamento di milizia e sulle segreterie dei gruppi parlamentari è quindi nettamente aumentata.

5382

Esigenze elevate per l'attività legislativa: L'attività legislativa deve affrontare un costante aumento degli affari parlamentari e una forte accelerazione dei processi politici. L'elevata qualità dell'attività legislativa è di capitale importanza giuridica e politica, oltre a costituire un fattore indispensabile per la piazza economica svizzera.

Potenziamento del sistema di milizia: Il sistema di milizia è fortemente radicato in Svizzera, anche nel settore della politica. Difatti , la maggioranza dei membri dei gruppi parlamentari esercita un'attività professionale parallelamente al suo mandato di deputato. Per via delle maggiori esigenze del sistema politico e delle necessità di rendere più professionali le attività in questo campo, il sistema di milizia deve essere potenziato con misure adeguate.

Assicurare la capacità di assistenza delle segreterie dei gruppi parlamentari: In confronto alle risorse delle associazioni e dei gruppi d'interesse le segreterie dei gruppi parlamentari dispongono di risorse umane modeste. La crescente complessità degli affari non permette alle segreterie di svolgere i loro compiti con competenza e in tempo utile. Per motivi politici è importante potenziarle affinché i membri dei gruppi parlamentari possano contare su risorse interne del gruppo e non debbano dipendere da risorse esterne. L'aumento dei contributi ai gruppi parlamentari serve ad assicurare la capacità di assistenza delle loro segreterie.

Gruppi parlamentari efficienti per un Parlamento funzionante: Le segreterie dei gruppi parlamentari svolgono una moltitudine di compiti amministrativi e organizzativi che permettono alle Camere di funzionare senza attriti. La loro efficienza è quindi di capitale importanza per i Servizi del Parlamento.

Le segreterie dei gruppi parlamentari desiderano inoltre ampliare il loro effettivo per fornire un sostegno professionale ai deputati. Difatti, gli attuali tassi di occupazione dei collaboratori scientifici e del personale incaricato dell'organizzazione dei gruppi parlamentari permettono a malapena di rispondere a tutte le richieste in costante crescita. L'aumento proposto sarebbe destinato a fornire maggiore sostegno ai rappresentanti dei gruppi parlamentari nelle commissioni e nelle delegazioni nonché ai singoli membri dei gruppi e a coprire i costi più elevati dovuti all'ampliamento delle prestazioni.

Va sottolineato che un posto di collaboratore scientifico richiede circa 150 000 franchi all'anno per i costi di personale e di infrastruttura.

3

Considerazioni dell'Ufficio

Il 21 agosto 2009 l'Ufficio del Consiglio nazionale ha deciso con 11 voti contro 2 di entrare in materia sul progetto di atto normativo. La maggioranza ha sostenuto i motivi addotti nel numero 2 ritenendo che un aumento moderato dei contributi ai gruppi parlamentari sia giustificato. Una minoranza respinge invece questo aumento e chiede ai gruppi parlamentari di limitarsi agli attuali contributi.

5383

Nella deliberazione di dettaglio sono state discusse diverse varianti di ripartizione dell'aumento del contributo di base e dei contributi ai membri dei gruppi parlamentari. Un aumento sproporzionato del contributo di base provocherebbe un incremento relativo maggiore del contributo globale ai piccoli gruppi parlamentari. Questo sarebbe giustificato nella misura in cui i costi di base di segretariato per un piccolo gruppo parlamentare sono uguali a quelli per un gruppo parlamentare più grande.

Per finire l'Ufficio ha però deciso a grande maggioranza di proporre un aumento commisurato alla proporzione attuale per non svantaggiare i grandi gruppi parlamentari rispetto alla situazione odierna. Ha sollevato invece discussioni il fatto di obbligare esplicitamente i gruppi parlamentari a presentare annualmente un rendiconto sull'impiego dei contributi a loro destinati. Una stretta maggioranza approva questo obbligo, poiché in tal modo i gruppi parlamentari creano trasparenza. Per contro, la minoranza teme un'ingerenza della Delegazione amministrativa negli affari politici interni dei gruppi e un onere smisurato.

Il progetto di atto normativo allegato è stato accolto nella votazione sul complesso con 9 voti contro 2 e 2 astensioni.

4

Commento alle singole disposizioni

Articolo 10 LI Capoverso 1 I contributi ai gruppi parlamentari sono aumentati come segue:

Contributo di base Contributo per membro

finora

aumento

nuovo

94 500.­ 17 500.­

17 500.­ 3 300.­

112 000.­ 20 800.­

Il contributo di base e il contributo per membro sono aumentati in modo che la proporzione tra le due componenti rimanga identica.

Capoverso 2 Per dimostrare che i fondi siano effettivamente destinati all'esercizio delle segreterie dei gruppi parlamentari, ogni anno deve essere presentato alla Delegazione amministrativa un rendiconto in cui figurano in particolare i blocchi di costi significativi quali personale (salario e prestazioni sociali), onorari degli esperti esterni nonché pigioni e costi di infrastruttura. I costi relativi alle prestazioni devono essere debitamente contenuti.

I presidenti dei gruppi parlamentari sono responsabili per il rendiconto annuo da presentare alla Delegazione amministrativa entro fine marzo dell'anno seguente.

Questa maggior trasparenza garantisce soprattutto che i fondi siano impiegati per l'esercizio dei gruppi parlamentari e non per finanziare i singoli partiti.

5384

5

Ripercussioni finanziarie

L'aumento ai gruppi parlamentari proposto comporta maggiori spese annue pari a 916 800 franchi. Se il numero dei gruppi parlamentari o dei suoi membri diminuisce prima dell'entrata in vigore dell'ordinanza, diminuiscono anche i costi. Lo stesso vale in caso di aumento.

6

Basi legali

Secondo l'articolo 12 LI i gruppi parlamentari ricevono un contributo annuo destinato a coprire le spese delle loro segreterie e consistente in un contributo di base e in un supplemento per ogni membro. L'importo di questi contributi è retto dall'articolo 10 dell'ordinanza.

5385

5386