549 # S T #

76.076

Messaggio concernente l'ampliamento dei centri della sicurezza aerea di Ginevra e di Zurigo Del 1° settembre 1976

Onorevoli presidente e consiglieri, Ci pregiamo sottoporvi un disegno di decreto federale concernente lo stanziamento di franchi 34 562 400 a titolo di crediti d'opera per l'ampliamento dei centri della sicurezza aerea degli aerodromi di Ginevra e di Zurigo, proponendone l'accettazione.

Gradite, onorevoli presidente e consiglieri, l'espressione della nostra alta considerazione.

Berna, 1° settembre 1976 In nome del Consiglio federale svizzero: II presidente della Confederazione, Gnägi II cancelliere della Confederazione, Huber

1976 -- 587

550

Compendìo Lo sviluppo del traffico aereo richiede un potenziamento continuo della sicurezza aerea ed il suo costante miglioramento tecnico. Arrestarsi in questo campo significherebbe mettere in dubbio sia la sicurezza, sia la fluidità del traffico aereo.

Dal 1954 il servizio d'esercizio della sicurezza aerea di Ginevra è situato a titolo provvisorio negli uffici e corridoi della vecchia aerostazione. A causa delle dimensioni insufficienti dei locali, s'impone la costruzione di uno stabile d'esercizio separato. Un terreno di costruzione adatto si trova di fianco allo stabile in cui è situato il servizio tecnico della sicurezza aerea. Il Canton Ginevra è disposto a vendere alla Confederazione, al prezzo di fr. l 282 400, questo stabile, il terreno annesso ed il terreno di costruzione adiacente. Le spese di costruzione e di sistemazione propriamente dette per lo stabile d'esercizio sono valutate a franchi 20900000. Il preventivo totale ammonta in questo modo a fr. 22 182 400, sulla base dei prezzi al 1° ottobre 1975.

L'ammodernamento urgente del controllo regionale dei servizi della sicurezza aerea di Zurigo richiede la trasformazione e la sopraelevazione dello stabile della sicurezza aerea esistente -- che è di proprietà della Confederazione -- onde mettere a disposizione un nuovo locale per l'esercizio con locali annessi e attrezzature. Occorre considerare il progetto come misura immediata destinata al ' mantenimento dell'esercizio della sicurezza aerea.

Esso non costituisce una soluzione definitiva; tuttavia, per motivi economici, si è rinunciato ad un progetto più ampio. Le spese totali sono stimate a franchi 12 380 000.

Attualmente circa il 70 per cento delle spese d'esercizio e di capitale sono coperte dalle tasse per la sicurezza aerea. Una copertura totale delle spese dovrebbe essere possibile a partire dal 1980.

551

I

Parte generale

II

Elementi di base

III

Regolamentazione legale

La Convenzione relativa all'aviazione civile internazionale (RU 7977 1299), di cui la Svizzera fa parte dal 1947, obbliga ognuno degli Stati contraenti, giusta l'articolo 28, all'esercizio delle installazioni della sicurezza aerea conformemente alle norme ed alle raccomandazioni promulgate in virtù della convenzione.

La legge sulla navigazione aerea (RS 748.0) dispone, all'articolo 40, che il Consiglio federale organizza il servizio della sicurezza aerea, mentre le spese sono a carico della Confederazione giusta l'articolo 48; giusta l'articolo 3 capoverso 3, il Consiglio federale può riscuotere delle tasse.

Il decreto del Consiglio federale del 10 giugno 1968 (RS 748.132.2) concernente l'organizzazione del servizio della sicurezza aerea stabilisce di quali organi è composto questo servizio e come sono suddivise le competenze.

Infine, l'ordinanza del Dipartimento federale dei trasporti, delle comunicazioni e delle energie del 30 settembre 1968 (RS 748.132.11) concernente l'organizzazione del servizio svizzero della sicurezza aerea stabilisce in modo particolare che la pianificazione generale e la sorveglianza diretta dell'esercizio spettano all'Ufficio aeronautico federale, mentre la Radio Svizzera S.A. è incaricata contrattualmente di assicurare i servizi essenziali.

112

Compiti della sicurezza aerea

La sicurezza aerea deve garantire uno svolgimento sicuro e fluido del traffico aereo e terrestre sulle aree di movimento degli aerodromi. A quest'uopo sono necessari, oltre all'importante controllo della circolazione aerea, il servizio d'informazione areonautico, il servizio delle telecomunicazioni, il servizio degli ostacoli alla navigazione aerea, il servizio metereologico areonautico, nonché la preparazione e la manutenzione delle installazioni tecniche.

Il compito principale dei servizi del controllo della navigazione aerea consiste nel garantire la distanza minima prevista fra aeromobili e nel mantenere uno svolgimento fluido e redditizio del traffico.

Il servizio d'informazione aeronautica si compone di un servizio centrale e dei servizi locali d'informazione sugli aerodromi. Il servizio centrale pub-

552 buca tutte le informazioni che debbono essere messe a disposizione dei piloti negli «Avvisi al personale incaricato delle operazioni aeree (NOTAM)» e nella «Pubblicazione d'informazione aeronautica svizzera (AIP)».

Il servizio delle telecomunicazioni è responsabile della trasmissione di tutte le informazioni della sicurezza aerea, ivi compresi i messaggi metereologici aeronautici.

Il servizio degli ostacoli alla navigazione aerea valuta il pericolo che possono rappresentare per la navigazione aerea le costruzioni e gli altri ostacoli artificiali. Esso fa in modo che questi ostacoli siano resi noti ai piloti per mezzo del servizio d'informazione aeronautica.

Il servizio metereologico aeronautico -- un ramo dell'istituto di metereologia -- raggnippa i messaggi metereologici provenienti dal mondo intero e compila le previsioni metereologiche nella forma richiesta dalla navigazione aerea.

La preparazione e la manutenzione di tutti gli equipaggiamenti tecnici che sono a disposizione dei suddetti servizi incombono al servizio tecnico. Ciò vale anche per gli aiuti alla navigazione.

113

Organizzazione

La sicurezza aerea civile si suddivide nel seguente modo: L'Ufficio aeronautico federale è incaricato della pianificazione generale e dell'amministrazione finanziaria, della sorveglianza diretta dell'esercizio, del servizio centrale d'informazione aeronautica e del servizio degli ostacoli alla navigazione aerea.

L'Istituto di meteorologia assicura il servizio meteorologico aeronautico ed il servizio centrale di telecomunicazione.

I seguenti servizi spettano alla Radio Svizzera S.A.: --· servizio del controllo della circolazione aerea e servizio d'informazione di volo, -- servizio locale d'informazione aeronautica (a Ginevra assunto dall'esercente dell'aerodromo), -- servizio locale di telecomunicazione, -- servizio tecnico.

553

12

Sviluppo ed evoluzione futura della sicurezza aerea

121

Storia

Gli inizi della sicurezza aerea in Svizzera risalgono a 50 anni fa. A quell' epoca essa era composta solo di una rete radio incaricata di trasmettere informazioni fra i servizi di controllo ed i piloti. Ogni aerodromo fissava la rete necessaria ai suoi bisogni. In seguito sono sorti centri di sicurezza aerea negli aerodromi di Ginevra e di Zurigo,.e la Svizzera è stata suddivisa in due regioni d'informazione di volo, Ginevra e Zurigo. Questa suddivisione dovuta alla storia è ancora giustificata ai nostri giorni; una riunione delle due regioni d'informazione di volo creerebbe problemi politici e sociali e non sarebbe di alcun vantaggio finanziario o tecnico.

Il periodo del dopoguerra conobbe la trasformazione della navigazione con aiuto esterno in navigazione autonoma, grazie all'introduzione delle vie aeree determinate dai radiofari. Contemporaneamente, gli aerodromi si equipaggiarono con sistemi d'atterraggio strumentale (ILS). Questa rete di stazioni terrestri permette attualmente al pilota di determinare egli stesso la posizione e di mantenere la rotta scelta. Tuttavia, in questo modo egli conosce soltanto la propria posizione; la distanza di sicurezza degli altri aeromobili è affidata all'organizzazione che si trova a terra. In questo modo è nato il controllo della circolazione aerea.

All'inizio, lo scaglionamento era fatto sulla base dei rapporti di posizione trasmessi radiotelefonicamente dai piloti. Agli inizi degli anni 60 furono introdotti i radar che fornivano sui loro schermi ai controllori della circolazione aerea un'immagine più precisa della situazione aerea. In seguito la guida degli aeromobili per mezzo del radar sostituì viepi il vecchio sistema dello scaglionamento. Oggidì -- accanto ai collegamenti radio con gli aeromobili -- il radar costituisce l'aiuto più prezioso del controllore della circolazione aerea.

122

Esigenze future

II compito essenziale della sicurezza aerea è di aumentare, nonostante il costante sviluppo del traffico, non solo la sicurezza e la regolarità della navigazione aerea, ma anche -- nella misura del possibile -- la sua redditività. Si possono riassumere nel seguente modo gli obiettivi della sicurezza aerea: --· Sicurezza: II volo a vista civile che non è ancora sotto controllo deve essere sia sottoposto al controllo della circolazione aerea, sia separato ancora più strettamente di quanto non sia avvenuto finora dal traffico

554 controllato. Onde eliminare nella misura del possibile qualsiasi errore umano conviene mettere a disposizione del controllo della sicurezza aerea aiuti tecnici che regolino automaticamente l'assieme d'informazioni in continuo afflusso, le analizzino in parte e le presentino sotto una forma facilmente comprensibile. In una tappa successiva sarà d'uopo procurare aiuti tecnici che permettano di riconoscere le situazioni di conflitto portandole a conoscenza del controllore della circolazione aerea (automazione). Più gli aiuti tecnici sostituiscono l'uomo in certi compiti, maggiore deve essere la loro funzionalità.

Utilizzazione ottimale dello spazio aereo: Per principio essa può essere raggiunta solo se si riduce la distanza minima prescritta fra aeromobili nello spazio aereo e ss le diverse categorie di utenti utilizzano lo stesso spazio aereo in modo coordinato. Il controllore della navigazione aerea deve essere informato nel modo più completo, più preciso e più rapido possibile, ciò che può' avvenire soltanto per mezzo di calcolatori elettronici.

Regolarità: In primo luogo gli attcrraggi si dovrebbero poter effettuare con qualsiasi tempo. La via è tracciata intemazionalmente: gli aiuti elettronici all'attcrraggio (ILS) devono essere perfezionati e con essi i sistemi di misurazione che permettono di stabilire e di prevedere le situazioni meteprologiche locali.

123

Traffico

Dal 1960, il traffico aereo civile controllato dai centri della sicurezza aerea di Ginevra e di Zurigo si è sviluppato nel seguente modo: Torre di controllo: Anno

1960 1970 1971 1972 1973 1974 1975

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Attcrraggi e decolli Aerodromo di Ginevra

Indice

Attcrraggi e decolli Aerodromo di Zurigo

Indice

55 760 113500 I l i 100 115000 115900 117700 123 100

100 204 199 206 208 211 220

100 150 130600 133300 129200 132500 133 300 138600

100 131 133 129 132 133 138

100 101 102 107

100 103 103 107

555 Centro di controllo regionale: Anno

I960 1970 1971 1972 1973 1974 1975

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Traffico nella regione di controllo di Ginevra

Indice

Traffico nella Indice regione di controllo di Zurigo

60 420 204 600 217000 240 000 252 300 255 100 269 700

100 339 359 397 418 422 446

78060 217800 233 400 235 000 242 400 246 700 254 500

100 105 106 112

100 280 300 302 311 316 326

100 103 105 108

Malgrado l'introduzione degli aeromobili di grande capacità e l'aumento del prezzo del carburante si può prevedere un aumento annuo dei movimenti (atterraggi e decolli) del 2 per cento. Da ciò risultano, per il 1985, circa 150 000 movimenti per la torre di controllo di Ginevra e circa 170 000 movimenti per quella di Zurigo.

Supponendo un aumento, ancora ridotto, dell'ordine del 3 per cento annuo fino al 1985, il traffico controllato dai centri di controllo regionali salirà a 360 000 movimenti nella regione di controllo di Ginevra ed a 340 000 movimenti in quella di Zurigo.

124

Effettivo del personale

L'aumento del volume del traffico ha avuto quale conseguenza diretta, per la sicurezza aerea, che il lavoro di controllo della circolazione aerea ha dovuto essere suddiviso in parecchi settori e che la quantità d'informazioni da elaborare -- in particolare il numero degli avvisi di piani di volo -- è fortemente aumentata. Ciò ha anche richiesto maggiori aiuti tecnici. Per questo motivo l'effettivo del personale di terra mostra una curva ascendente analoga a quella del traffico aereo.

Ginevra Anno

I960 1970 1971 1972 1973 1974 1975

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Indice Effettivo del personale

Zurigo Anno

95 219 249 266 289 295 298

I960 1970 1971 1972 1973 1974 1975

100 231 262 280 304 311 314

100 109 111 112

Effettivo Indice del personale

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

162 312 326 340 353 346 338

100 197 201 210 100 218 104 214 102 209 99

556 Per un aumento ridotto dell'effettivo del personale dell'I per cento annuo, occorre calcolare fino al 1985 un totale di 329 persone a Ginevra e di 373 persone a Zurigo. Estrapolando fino al 1990, per lo stesso tasso d'aumento dell'I per cento, si ottengono le cifre di 346 persone per Ginevra e di 392 persone per Zurigo. Questo tasso d'aumento potrà tuttavia essere mantenuto così basso solo se si riuscirà a perfezionare gli aiuti tecnici.

2

I due progetti

21

Centro delia sicurezza aerea di Ginevra

211

In generale

Controllo regionale, servizio delle telecomunicazioni e direzione dei servizi della sicurezza aerea sono situati negli uffici e nei corridoi della vecchia aerostazione, l'attuale stabile del carico. Questi locali sono stati presi in affitto dal Cantone di Ginevra ai quale appartengono. II controllo d'avvicinamento ed il controllo d'aerodromo si trovano nella torre di controllo che è stata eretta nel 1949 dal Cantone di Ginevra sulla vecchia aerostazione.

Nel 1964 il Cantone ha costruito un edificio per le officine del servizio tecnico, dietro alla grande rimessa.

La costruzione di un nuovo stabile d'esercizio è necessaria innanzitutto a causa dell'insufficienza dei locali del controllo regionale. Dal 1954 il numero dei movimenti degli aeromobili controllati da questo servizio si è decuplicato. Si è potuto sopperire al bisogno di spazio che ne è scaturito rinunciando a certi uffici a vantaggio del locale d'esercizio; tuttavia non si tratta che di una soluzione provvisoria. Durante le ore di punta del traffico, nell'attuale locale d'esercizio della superficie di 265 m2 lavorano fino a cinquanta persone. Il lavoro dei controllori della circolazione aerea pone particolari esigenze per quanto concerne la qualità del posto di lavoro. I principali inconvenienti dell'attuale locale d'esercizio sono i seguenti: superficie insufficiente, manca.nza di profondità, disturbo 'provocato dalle colonne di sostegno, altezza insufficiente del locale, climatizzazione ed illuminazione insufficienti. È possibile porre rimedio a questi inconvenienti solo costruendo un nuovo edificio. Poiché il locale d'esercizio ed il locale adiacente degli apparecchi, nonché gli altri locali del controllo regionale devono essere trasferiti in una nuova costruzione, per ragioni d'esercizio, tecniche e finanziarie si rende necessario anche il trasferimento del servizio delle telecomunicazioni, del controllo d'avvicinamento e della direzione nel nuovo stabile. Si prevede inoltre d'acquistare l'edificio delle officine onde collocare tutti i servizi della sicurezza aerea, eccezione fatta per il controllo d'aerodromo, in stabili di proprietà della Confederazione.

557 II prolungamento in direzione nord-est della pista, delle vie di circolazione e dell'area di traffico ha avuto come conseguenza, unitamente alla messa in servizio di aeromobili di sempre maggiori dimensioni, il fatto che la torre di controllo attualmente non occupa più una posizione abbastanza centrale e non è più sufficientemente alta. I lavori di elaborazione del progetto della nuova torre di controllo sono iniziati e vi sottoporremo presto un messaggio a questo riguardo.

212

Ampiezza del progetto

2/2.7

Nuovo edificio d'esercizio

L'edificio d'esercizio previsto sarà situato all'interno del perimetro dell'aerodromo fra la grande rimessa e lo stabile delle officine costruito dal Cantone.

L'ubicazione scelta offre in particolare i seguenti vantaggi: 1. Essa permette di riunire tutti i servizi della sicurezza aerea, eccezione fatta per il controllo d'aerodromo situato nella torre di controllo esistente.

2. Il futuro stabile, siccome sarà accessibile soltanto dalle entrate sorvegliate del recinto dell'aerodromo, sarà debitamente protetto contro gli eventuali sabotatori o le persone non autorizzate.

3. Il nuovo centro della sicurezza aerea disierà circa solo 500 metri dalla mensa del personale, dall'ufficio postale, dalla stazione degli autobus e dall'aerostazione di carico, e un chilometro dall'aerostazione e dalla banca.

4. Il nuovo edificio disierà circa solo 500 metri dall'attuale torre di controllo; anche ciò si ripercuoterà in modo favorevole sulla circolazione interna del personale e sulle spese di cablaggio. Per la nuova torre di controllo questa distanza sarà probabilmente di circa 300 metri in più.

5. Il cantiere edile possiede tutti gli allacciamenti.

2/2.2

Acquisto del terreno

II Consiglio di Stato del Canton Ginevra è disposto a vendere alla Confederazione un terreno di 4 644 m2 al prezzo di 464 400 franchi. Su questo terreno rettangolare di metri 100 X 46,44 è situato lo stabile delle officine.

L'area non ancora edificata sarà sufficiente non solo per l'edificio d'esercizio ma altresì per la sua futura estensione.

2/2.3

Acquisto dell'edificio delle officine

L'edificio delle officine, in uso dal 1966, serve a metà alla sicurezza aerea locale ed alla sicurezza aerea di linea. La Confederazione ha assunto la metà delle spese di costruzione che ammontavano a 1 771 800 franchi; per l'altra metà essa ha accordato un sussidio del 32,5 per cento, giusta il deFoglio federale 1976, Voi. Ili

36

558 creto federale del 22 giugno 1945 (RS 748.811) concernente l'ingrandimento degli aerodromi civili. Il Cantone ha quindi preso a suo carico un importo di 600 000 franchi sul totale delle spese di costruzione. Il Consiglio di Stato del Canton Ginevra è disposto a vendere alla Confederazione al prezzo di 818 000 franchi l'edificio che ha un volume di 11 500 m3. Questo prezzo di vendita tiene conto: -- dei sussidi già concessi dalla Confederazione per le spese di costruzione, --' dell'utilizzazione dell'edificio al 50 per cento durante 8 anni da parte del Cantone, -- della svalutazione della moneta fino al momento del pagamento, ma al più tardi entro la fine del 1977.

213

Descrizione dell progetto dell'edificio d'esercizio

II nuovo edificio d'esercizio si compone di tre parti contigue ma distinte: l'ala degli uffici, l'ala di collegamento e l'ala dell'esercizio.

L'ala degli uffici, che ha una base di metri 35,70 su 16,80, comprende due piani interrati, un pianterreno e tre piani superiori. I due piani interrati ospitano le installazioni di riscaldamento e di climatizzazione, nonché l'apparecchiatura che garantisce la fornitura permanente di corrente elettrica.

Al pianterreno si trovato i locali utilizzati da tutti i servizi. I piani superiori comprendono gli uffici della direzione, gli uffici ed i locali di lavoro del controllo regionale, «lei controllo d'avvicinamento e delle telecomunicazioni, i locali d'istruzione, nonché i guardaroba ed i locali di svago del personale d'esercizio. Siccome non sono climatizzati questi locali hanno delle finestre che si possono aprire. Nella parte nord-est, al contrario, l'ala degli uffici comprende due locali climatizzati, di 100 m2 ciascuno, sovrapposti l'uno all'altro, che sono il complemento di quelli dell'ala d'esercizio, con i quali sono strettamente legati dal profilo architettonico.

Il tetto dell'ala degli uffici costituisce il fondamento del pilone delle antenne, alto metri 28,50, che garantiscono i collegamenti radioelettrici con la stazione di La Dole e con gli aeromobili.

L'ala di collegamento unisce l'ala degli uffici con l'attuale edificio delle officine per mezzo di un piano interrato di metri 35,70 su 11,40. Essa è concepita in modo da ospitare i gruppi elettrogeni diesel e la stazione ad alta tensione, che debbono trovarsi alla maggior distanza possibile dagli apparecchi della sicurezza aerea a causa degli eventuali influssi elettromagnetici. Essa comprende parimenti i rifugi della protezione civile.

L'ala dell'esercizio ospiti, al secondo piano, il grande locale quadrato di 400 m2 che serve al controllo regionale. Questo locale è climatizzato, ciò

559 che è indispensabile per il funzionamento dell'equipaggiamento elettronico ed offre ai controllori della circolazione aerea buone condizioni di lavoro.

L'altezza scelta per il locale garantisce una climatizzazione uniforme ed un'illuminazione atta ad evitare qualsiasi riverbero sugli schermi radar.

Sotto il locale del controllo regionale è situato quello dell'apparecchiatura che ha le stesse dimensioni ed è altresì climatizzato. Esso ospita la maggior parte degli ecquipaggiamenti tecnici. Sotto quest'ultimo locale si trova un posteggio semiaperto per 20 vetture.

214

Spese di costruzione e d'installazione

II preventivo allestito secondo il piano delle spese di costruzione è il seguente (indice dei costi di costruzione al 1° ottobre 1975 = 162,3 punti; base 1966 = 100 punti): Fr.

Acquisto del terreno Acquisto dell'edificio delle officine . . . .

Lavori preparatori Edificio Installazioni d'esercizio Sistemazioni esterne Spese secondarie Imprevisti

. . .

Spese di costruzione Mobili .

. . .

Equipaggiamento della sicurezza aerea Credito richiesto

. .

464 400 818 000 583 500 8179000 5133000 332 000 160000 802 500 15190000 210 000

Fr.

1 282 400

15 400 000 5 500 000 22 182400

Le spese di costruzione corrispondono alla situazione attuale dei prezzi sul mercato edilizio.

215

Probabile durata d'utilizzazione

Per un normale tasso d'aumento del traffico aereo il fabbisogno di locali dei servizi della sicurezza aerea di Ginevra (eccettuato il controllo d'aerodromo), secondo il presente progetto sono garantiti in ogni caso fino al 2000. Fissando la grandezza del terreno e allestendo il progetto dell'edificio d'esercizio si è tenuto conto degli ampliamenti che potrebbero rendersi necessari ulteriormente. La superficie dell'ala d'esercizio può essere praticamente raddoppiata con una costruzione supplementare sul lato nord.

560 216

Ripercussioni sull'effettivo del personale

Le modificazioni previste non hanno influsso sull'effettivo del personale.

217

Ripercussioni sulle spese d'esercizio e di capitale

Le spese per il riscaldamento, l'elettricità, la pulizia e la manutenzione degli edifici saranno proporzionali all'aumento della grandezza dei locali disponibili. Al contrario, le spese per la pigione diminuiranno giacché solo la torre di controllo ed alcuni locali indispensabili al suo esercizio dovranno ancora essere presi in affitto nell'edificio del carico. Le spese supplementari totali d'esercizio sono valutate a franchi 200 000 netti. Questo importo corrisponde a circa F 1,1 per cento delle spese d'esercizio per il 1975 dei servizi della sicurezza aerea di Ginevra.

Supponendo un interesse sul capitale del 6 per cento, un ammortamento di 20 anni degli investimenti di costruzione ed un ammortamento di 8 anni degli investimenti per i mobili e l'equipaggiamento della sicurezza aerea, le spese annue di capitale aumentano di franchi 2 270 000. Le spese per l'acquisto dell'edificio delle officine non sono prese in considerazione, giacché quest'ultimo fino a questo momento è servito esclusivamente alla sicurezza aerea.

22

Centro della sicurezza aerea di Zurigo

221

In generale

La maggior parte dei servizi della sicurezza aerea è situata dal 1960 nell' edificio della sicurezza aerea dell'aerostazione. L'edificio è di proprietà della Confederazione. Fin dall'inizio si sono dovuti utilizzare, all'infuori di questo edificio, locali appartenenti all'esercente dell'aerodromo o alla società immobiliare dell'aerodromo: -- controllo d'avvicinamento d'aerodromo (torre di controllo), --· uffici della direzione dei servizi della sicurezza aerea di Zurigo, --· servizio locale d'informazione aeronautica.

L'aumento dell'effettivo del personale ha reso la situazione sempre più precaria per quanto concerne lo spazio destinato al lavoro. Oltre alle trasformazioni interne si sono dovuti prendere in affitto locali da adibire all'istruzione e uffici nelle immediate vicinanze dell'aerodromo o all'esterno.

Già alla fine degli anni 60 ci si era resi conto che lo spazio era esiguo e si erano intrapresi studi preliminari in vista della costruzione di un nuovo edificio. Alla fine del 1974 era stato allestito un progetto di un

561 edificio della sicurezza aerea a Hagenbuck nel Comune di Winkel. Le spese elevate, il tasso d'aumento del traffico aereo che era rimasto inferiore alle previsioni, la precaria situazione finanziaria della Confederazione obbligarono i servizi competenti a riesaminare l'ampiezza e l'ubicazione del progetto. Ne risultò che una nuova costruzione che non si basasse sullo stabile esistente e che si trovasse all'esterno della testa dell'aerodromo non poteva essere presa in considerazione per motivi economici e di tempo; inoltre, anche una costruzione a fianco dell'edificio esistente avrebbe dovuto essere respinta giacché avrebbe potuto costituire un ostacolo alle possibilità di sviluppo dell'aerodromo di Zurigo; per forza maggiore si giunse alla soluzione consistente nella sopraelevazione dell'edificio esistente della sicurezza aerea.

Nel frattempo l'automatizzazione del controllo della circolazione aerea si è fatta viepiù urgente. Per la stessa urge in primo luogo un nuovo locale d'esercizio ed un locale per gli apparecchi, giacché i locali attuali non rispondono più alle esigenze e poiché l'esercizio non può essere interrotto durante i lavori d'installazione.

222

Ampiezza del progetto

222.7

Servizio civile della sicurezza aerea

II progetto prevede la sopraelevazione dell'attuale edificio della sicurezza aerea di due piani dal lato sud e di un piano dal lato nord. Il numero di piani è limitato dall'ubicazione e dall'altezza della torre di controllo, poiché non deve mancare la visibilità in direzione delle piste. Questo ampliamento permetterà di sistemare un nuovo locale d'esercizio per il controllo regionale, nonché l'installazione di climatizzazione necessaria a questo locale ed all'equipaggiamento tecnico della sicurezza aerea. Sono inoltre necessari locali in grado di ospitare i nuovi equipaggiamenti della sicurezza aerea e gli apparecchi destinati alla loro alimentazione elettrica. A quest'uopo verranno eseguite trasformazioni interne.

Il presente progetto costituisce una misura d'urgenza, una soluzione transitoria in vista della realizzazione dell'automatizzazione del controllo regionale. Esso sarà appena sufficiente a coprire il fabbisogno del controllo regionale civile.

222.2

Servizio della sicurezza aerea civile e militare

L'aumento dell'utilizzazione dello spazio aereo controllato ha come conseguenza il fatto che i movimenti di aeromobili dell'aviazione militare, nonché la pertinente istruzione sono viepiù ostacolati; in certi casi eccezionali il traffico civile deve perfino essere limitato a causa di esercitazioni militari.

Questi inconvenienti devono essere limitati per mezzo di un coordinamento più stretto fra i movimenti civili e militari.

562 Per motivi di spazio non è possibile riunire i servizi civili e militari della sicurezza aerea nell'edificio che sarà sopraelevato. Uno studio approfondito dimostra che è possibile -- con mezzi tecnici moderni -- fornire al sistema di sicurezza militare Florida tutte le informazioni sulla situazione aerea e sull'utilizzazione dello spazio aereo civile. Ciò permette di rispondere in modo più appropriato alle esigenze degli utenti civili e militari grazie ad un'utilizzazione maggiore dello spazio aereo ed a una maggiore sicurezza di tutti i movimenti d'aeromobili. Lo scambio automatico d'informazioni fra i servizi civile e militare della sicurezza aerea costituisce nelle attuali circostanze il mezzo migliore per riunire questi servizi, come è richiesto dal legislatore in virtù dell'articolo 40 capoverso 2 della legge sulla navigazione aerea (RS 748.0).

La parte civile delle spese previste per gli equipaggiamenti tecnici ammonta a circa 2,7 milioni di franchi. Essa costituisce una parte dei crediti richiesti col presente messaggio. Le spese concernenti le installazioni militari -- circa 2 milioni di franchi -- non sono comprese in questo importo.

Il Dipartimento militare federale presenterà in seguito una domanda di credito pertinente secondo la prassi abituale.

223

Descrizione del progetto

II controllore della circclazione aerea deve essere alleviato dai lavori di routine affinchè possa concentrarsi sull'essenziale. Ciò implica la messa in servizio di nuovi apparecchi che non solo elaborano ma anche forniscono le informazioni. Anche questi apparecchi hanno esigenze molto concrete per quanto concerne la struttura dei locali, l'alimentazione in energia, la climatizzazione e l'illuminazione.

Dopo la lunga fase di pianificazione e di studio, il rimodernamento del controllo della circolaziore aerea è diventato impellente. Per questo motivo la trasformazione prevista al quarto piano per i nuovi locali degli apparecchi è stata anticipata e posta nella prima fase di costruzione (posizione dei costi A) affinchè il nuovo equipaggiamento possa essere installato e provato prima della messa in funzione del locale d'esercizio. È parimente anticipata la pianificazione delle altre trasformazioni e della sopraelevazione.

La prima fase di costruzione comprende inoltre installazioni che sono in rapporto con la sopraelevazione e la trasformazione degli altri piani e attraversano i locali degli apparecchi.

La seconda fase di costruzione (posizione dei costi B) riguarda la trasformazione di tutti i piani e la sopraelevazione dell'attuale edificio della sicurezza aerea. La sopraelevazione è suddivisa su due livelli di piani separati; il futuro quinto piano ospita, su tutta la lunghezza, il locale d'esercizio ed i suoi raccordi mentre al sesto piano si trova il locale di climatizzazione.

563 Le possibilità limitate di imporre un carico supplementare alle fondazioni esistenti, nonché le esigenze elevate per quanto concerne la stabilità della costruzione statica hanno portato alla scelta di una struttura portante in acciaio con copertura in calcestruzzo. Le facciate metalliche isolate con finestre incorporate sono fissate alla costruzione portante esterna.

L'attuale locale d'esercizio deve poter adempiere pienamente la sua funzione per tutta la durata delle trasformazioni e non potrà essere utilizzato per altri scopi soltanto quando sarà terminato e messo in servizio il nuovo locale d'esercizio.

L'obbligo di garantire senza disturbi e per 24 ore ininterrotte il servizio del controllo della circolazione aerea ha un grande influsso sull'esecuzione dei lavori (demolizioni e ricostruzioni effettuate con il minimo possibile di vibrazioni e di rumori) ed esige installazioni provvisorie di costo elevato.

Le trasformazioni negli altri piani dell'edificio della sicurezza aerea, in modo particolare le nuove installazioni degli impianti centrali a corrente forte, dei raddrizzatori, degli impianti frigoriferi e di climatizzazione, sono in stretto rapporto con l'automatizzazione della sicurezza aerea.

224

Spese di costruzione e d'installazione

II preventivo allestito secondo il piano delle spese di costruzione è il seguente (indice dei costi di costruzione al 1° ottobre 1975 = 162,3 punti; base 1966 = 100 punti): Posizione dei costi A Locali degli apparecchi Fr.

Posizione dei costi B Trasformazione Sopraelevazione Fr.

Terreno Lavori preparatori 15000 447 400 125 700 2 367 900 Edifici . .

157 600 3 458 500 Installazioni d'esercizio . . .

29300 Sistemazioni esterne . . . .

82000 Spese secondarie 187 200 Imprevisti 30200 519200 410500 Spese d i costruzione . . . .

7 009 500 2 000 000 Equipaggiamento della sicurezza aerea . .

Costo dell'opera Equipaggiamento della sicurezza aerea per il coordinamento dei servizi civile e militare In più: partecipazione alle spese per la canalizzazione di Niederruti Crediti richiesti per l'opera

Totale Fr.

462 400 2 493 600 3616100 29300 269 200 549 400 7 420 000 2 000 000 9 420 000 2 700 000 260000 12 380 000

564 Le spese di costruzione corrispondono alla situazione attuale dei prezzi sul mercato edilizio.

La partecipazione alle spese per la canalizzazione di Niederrüti, nel Comune di Winkel, deriva dal progetto -- menzionato al paragrafo 221 -- di un nuovo edificio della sicurezza aerea a «Hagenbuck», che deve essere realizzato non appena saranno adempiute le condizioni. In questo senso si tratta di una prestazione anticipata.

Onde poter soddisfare il più rapidamente possibile al fabbisogno più urgente di posto, con il decreto del 14 luglio 1976 abbiamo autorizzato il Dipartimento federale dell'interno a assumere immediatamente'gli impegni necessari fino a concorrenza di 410 500 franchi per la sistemazione dei locali degli apparecchi al quarto piano dello stabile della sicurezza aerea e fino a concorrenza di 500000 franchi per la pianificazione d'esecuzione della trasformazione e della sopraelevazione.

225

Probabile durata d'utilizzazione

Per un tasso normale d'a.umento del traffico aereo il fabbisogno di locali dei servizi della sicurezza aerea di Zurigo potrà essere coperto fino al 1990 circa con il presente progetto e mediante la locazione d'altri locali; se il tasso d'aumento è più debole, questo periodo sarà proporzionalmente più lungo.

226

Ripercussioni sull'effettivo del personale

Le modificazioni previste non hanno influsso sull'effettivo del personale.

227

Ripercussioni sulle spese d'esercizio e di capitale

Le spese per il riscaldamento, l'elettricità, la pulizia e la manutenzione degli edifici saranno proporzionali all'aumento della grandezza dei locali disponibili. Inoltre, alla testa dell'aerodromo dovranno essere presi in affitto dei locali per sostituire gli uffici trasformati in locali per gli apparecchi. Le spese supplementari totali per l'esercizio sono valutate a franchi 190 000 annui. Questo importo corrisponde a circa lo 0,8 per cento delle spese d'esercizio per il 1975 dei servizi della sicurezza aerea di Zurigo.

Supponendo un interesse del capitale del 6 per cento, un ammortamento in 20 anni degli investimenti di costruzione ed un ammortamento in 8 anni degli investimenti per il mobilio e l'equipaggiamento della sicurezza aerea, le spese annue di capitale aumentano di 970 000 franchi.

565 3

Finanziamento

31

Piano d'investimento

Gli investimenti per il progetto di Ginevra ammontano a franchi 22 182 400, mentre quelli del progetto di Zurigo a franchi 12 380 000. In questo modo gli investimenti ammontano in totale a franchi 34 562 400.

Il nuovo edificio d'esercizio di Ginevra verrà messo in servizio nel corso del 1980. La sopraelevazione dell'edificio di Zurigo sarà terminata circa un anno prima.

I due progetti sono stati inclusi nell'assieme del piano d'investimento 1976/ 79 della Confederazione, secondo la graduazione prevista; essi sono quindi compresi nell'ambito delle misure prese dalla Confederazione in materia di politica congiunturale. L'importo annuo delle spese sarà iscritto nel preventivo.

32

Ripercussioni sulle tasse di sicurezza aerea

L'articolo 3 capoverso 3 della legge del 21 dicembre 1948 (RS 748.0) sulla navigazione aerea ci autorizza a riscuotere tasse. Il 9 agosto 1971 abbiamo concluso con l'Organizzazione europea per la sicurezza della navigazione aerea EUROCONTROL un accordo provvisorio (RU 1971 1531) che sancisce l'adesione del nostro Paese al sistema regionale di tasse di questa organizzazione. Per principio, per ogni volo effettuato nella regione EUROCONTROL sotto il controllo delle organizzazioni della sicurezza aerea è riscossa una tassa di navigazione aerea di linea. Lo scopo è di raggiungere nel 1980 una copertura completa delle spese per gli Stati partecipanti al sistema.

La riscossione delle tasse locali di sicurezza aerea è regolata dalla nostra ordinanza del 21 novembre 1973 (RS 748.112.13). La tassa è fissata sulla base della percentuale delle tasse d'atterraggio; essa è riscossa dagli esercenti degli aerodromi. La percentuale è fissata in modo tale che siano completamente coperte le spese della sicurezza aerea locale.

Siccome anche le spese di capitale dovranno essere coperte dalla riscossione di tasse, è interessante sapere quale onere supplementare dovranno sopportare gli utenti dello spazio aereo svizzero a causa dell'ampliamento dei centri della sicurezza aerea di Ginevra e di Zurigo. Si tratta degli importi annui seguenti:

566 Ginevra Fr.

Zurigo Fr.

Interessi per le spese di acquisto del terreno . .

28000

Annualità per le spese di costruzione (interesse 6%, durata 20 anni)

1 324 000

650000

Annualità per il mobilio e gli apparecchi della sicurezza aerea (interesse 6%, durata d'ammortamento 8 anni)

920 000

Altre spese d'esercizio

200 000

320 000 190000

2 472 000

1 160000

Totale dell'onere annuale supplementare delle tasse per ogni centro Totale degli oneri annuali supplementari delle tasse

4

--

3 632 000 franchi

Costituzionalità

Giusta l'articolo 37ter della Costituzione, la legislazione sulla navigazione aerea è di competenza della Confederazione. L'articolo 40 della legge del 21 dicembre 1948 (RS 748.0) sulla navigazione aerea ci autorizza ad organizzare il servizio della sicurezza aerea, ciò che abbiamo fatto mediante il nostro decreto del 10 giugno 1968 (RS 748.132.1) concernente l'organizzazione del servizio della sicurezza aerea e, per delega, nell'ordinanza del Dipartimento federale dei trasporti, delle comunicazioni e delle energie del 30 settembre 1968 (RS 748.132.11). Viste queste disposizioni (vedi articolo 2 capoverso 2 e articolo 3 capoverso 4 dell'ordinanza del 30 settembre 1968), la Radio Svizzera S.A. è stata incaricata contrattualmente di assicurare su ampia scala il servizio della sicurezza aerea. Secondo il contratto del 30 dicembre 1969 la Confederazione rimborsa alla Radio Svizzera S.A. tutte le spese derivanti dall'esecuzione del suo mandato; il contratto stabilisce inoltre che la Confederazioni? mette a disposizione della Radio Svizzera S.A. i terreni, gli edifici, le installazioni e gli apparecchi necessari alla sicurezza aerea.

567

(Disegno)

Decreto federale concernente l'ampliamento dei centri della sicurezza aerea di Ginevra e di Zurigo (Del

)

L'Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l'articolo 40 della legge federale del 21 dicembre 1948 *> sulla navigazione aerea; visto l'articolo 24 della legge federale del 18 dicembre 1968 2) concernente la gestione finanziaria della Confederazione; visto l'articolo 1 del decreto federale del 14 marzo 1972 3) concernente le domande di crediti per acquisti di fondi e per costruzioni; visto il messaggio del Consiglio federale del 1° settembre 19764), decreta: Art. l È concesso un credito d'opera di 22 182 400 franchi per la costruzione e l'equipaggiamento di un edificio d'esercizio della regione d'informazione di volo di Ginevra, per l'acquisto di un edificio delle officine, nonché del terreno necessario all'edificio d'esercizio ed all'edificio delle officine.

2 È concesso un credito d'opera di 12 380 000 franchi per la trasformazione, la sopraelevazione e l'equipaggiamento dell'attuale edificio della sicurezza aerea della regione d'informazione di volo di Zurigo.

1

Art. 2 I pagamenti annualmente occorrenti sono iscritti nel bilancio di previsione.

'> RS 748.0 RS 611.0 " FF 1972 I 760 " FF 1976 III 549 :>

568

Art. 3 1

La Direzione delle costruzioni federali sorveglia l'esecuzione dei

lavori.

2

L'Ufficio aeronautico federale sorveglia l'acquisto dell'equipaggiamento della sicurezza aerea.

Art. 4 II presente decreto non è d'obbligatorietà generale; esso non sottosta a referendum.

1

2

Esso entra in vigore il giorno della promulgazione.

Schweizerisches Bundesarchiv, Digitale Amtsdruckschriften Archives fédérales suisses, Publications officielles numérisées Archivio federale svizzero, Pubblicazioni ufficiali digitali

Messaggio concernente l'ampliamento dei centri della sicurezza aerea di Ginevra e di Zurigo Del 1° settembre 1976

In

Bundesblatt

Dans

Feuille fédérale

In

Foglio federale

Jahr

1976

Année Anno Band

3

Volume Volume Heft

39

Cahier Numero Geschäftsnummer

76.076

Numéro d'affaire Numero dell'oggetto Datum

04.10.1976

Date Data Seite

549-568

Page Pagina Ref. No

10 112 008

Das Dokument wurde durch das Schweizerische Bundesarchiv digitalisiert.

Le document a été digitalisé par les. Archives Fédérales Suisses.

Il documento è stato digitalizzato dell'Archivio federale svizzero.