Decreto federale sul finanziamento della partecipazione della Svizzera ai programmi di ricerca, di sviluppo tecnologico e di dimostrazione dell'Unione europea per gli anni dal 2003 al 2006 del 6 giugno 2002

L'Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l'articolo 167 della Costituzione federale1; visto l'articolo 6 capoverso 1 della legge federale del 7 ottobre 19832 sulla ricerca; visto il messaggio del Consiglio federale del 31 ottobre 20013, decreta:

Art. 1 1

Per finanziare la partecipazione della Svizzera al sesto programma quadro di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione dell'Unione europea e a EURATOM, è accordato un credito d'impegno di 835 milioni di franchi per gli anni 2003-2006.

2

Se le misure finanziarie previste dall'Accordo di cooperazione scientifica e tecnologica tra la Comunità europea e la Confederazione svizzera entrano in vigore dopo il 1° gennaio 2003, il Consiglio federale chiede al Parlamento (con il messaggio sul credito supplementare I dell'anno corrispondente) di diminuire il credito d'impegno per la partecipazione al sesto programma quadro di un importo corrispondente alla differenza tra il contributo che la Svizzera avrebbe dovuto versare alla Comunità europea per la partecipazione integrale e l'importo necessario per garantire la partecipazione "progetto per progetto". Blocca inoltre nel credito budgetario dell'anno corrispondente l'importo risultante dal differimento dell'entrata in vigore delle misure finanziarie.

Art. 2 Per finanziare le misure collaterali, è accordato un credito d'impegno di 34 milioni di franchi per gli anni 2003-2006.

Art. 3 Gli impegni possono essere contratti fino al 31 dicembre 2007.

1 2 3

RS 101 RS 420.1 FF 2002 977

4712

2001-2217

Finanziamento della partecipazione della Svizzeraai programmi di ricerca, di sviluppo tecnologico e di dimostrazione dell'Unione europea per gli anni dal 2003 al 2006. DF

Art. 4 Il presente decreto non sottostà al referendum.

Consiglio degli Stati, 20 marzo 2002

Consiglio nazionale, 6 giugno 2002

Il presidente: Anton Cottier Il segretario: Christoph Lanz

La presidente: Liliane Maury Pasquier Il segretario: Christophe Thomann

3018

4713