# S T #

Pubblicazioni dei dipartimenti e degli uffici

Date riservate alle votazioni federali nel 1999

II Consiglio federale ha fissato come segue le date riservate alle votazioni federali nel 1999: 7 febbraio 18 aprile 13 giugno 28 novembre (data di riserva) Le elezioni per il rinnovo integrale del Consiglio nazionale avranno luogo il 24 ottobre 1999.

17 febbraio 1998

0341

384

Cancelleria federale

Autorizzazione particolare a togliere il segreto professionale a scopo di ricerca nei campi della medicina e della sanità pubblica La commissione peritale del segreto professionale in materia di ricerca medica nella procedura per circolazione degli atti del 30 ottobre 1997 in virtù dell'articolo 321bis del Codice penale svizzero (CP, RS 311.0) e degli articoli 1, 2, 9 capoverso 5, 10 dell'Ordinanza del 14 giugno 1993 concernente l'autorizzazione a togliere il segreto professionale in materia di ricerca medica (OATSP, RS 235.754); nell'oggetto dott. tned. J. Hodel e S. Marti, Psychiatrische Klinik Münsingen (progetto del lavoro di diploma "Patientensuizid in der psychiatrischen Klinik" [II suicidio di pazienti nella clinica psichiatrica]) concernente la domanda del 23 giugno 1997 per un'autorizzazione particolare a togliere il segreto professionale in virtù dell'articolo 321bis CP a scopo di ricerca nei campi della medicina e della sanità pubblica decide: 1. Titolare dell'autorizzazione a. Al dott. med. J. Hodel, vicedirettore della Psychiatrische Klinik Münsingen, in qualità di capo del progetto di ricerca, è rilasciata un'autorizzazione particolare a togliere il segreto professionale in virtù dell'articolo 321bis CP nonché dell'articolo 2 OATSP per prendere visione di dati non anonimizzati secondo la cifra 2 conformemente allo scopo indicato alla cifra 3. Egli deve firmare una dichiarazione concernente l'obbligo di mantenere il segreto professionale in virtù dell'articolo 321biis b. Al signor S. Marti, apprendista infermiere PSI e autore dello studio, è rilasciata un'autorizzazione particolare a togliere il segreto professionale in virtù dell'articolo 321bis CP nonché dell'articolo 2 OATSP per prendere visione di dati non anonimizzati secondo la cifra 2 conformemente allo scopo indicato alla cifra 3. Egli deve firmare una dichiarazione concernente l'obbligo di mantenere il segreto professionale in virtù dell'articolo 321b" CP.

2. Autorizzazione particolare a togliere il segreto professionale da dati personali a. All'intero corpo medico operante alla Psychiatrische Klinik Münsingen e al suo personale ausiliario, è rilasciata l'autorizzazione di concedere agli aventi diritto secondo la cifra 1 la visione delle cartelle cliniche di circa 50 pazienti suicidatisi durante un soggiorno residenziale nella Psychiatrische Klinik Münsingen negli anni 1991-1996.

b. Con il rilascio dell'autorizzazione non si impone a nessuno l'obbligo di permettere l'accesso ai dati.

3. Scopo dell'accesso ai dati La visione di dati che soggiacciono al segreto professionale in virtù dell'articolo 321 CP deve servire unicamente alla realizzazione del progetto di ricerca'Tatientensuizid in der Psychiatrischen Klinik Münsingen" (II suicidio di pazienti nella Psychiatrische Klinik Münsingen).

385

4. Tipo di conservazione di dati I diritto all'accesso I titolari dell'autorizzazione menzionati alla cifra 1 hanno l'obbligo di conservare sotto chiave i dati personali non anonimizzati utili alla ricerca e di proteggerli dall'accesso non autorizzato.

5. Responsabilità per la protezione dei dati di cui è stata consentita la visione II capo del progetto, dott. med. J. Hodel è responsabile della protezione dei dati di cui è stata consentita la visione.

6. Oneri I dati non anonimizzati dei pazienti registrati per scritto devono essere conservati sotto chiave e poi distrutti non appena lo studio lo permette, al più tardi alla fine del 1998.

La data della distruzione deve essere comunicata alla Commissione peritale.

La visione dei dati non anonimizzati dei pazienti deve avvenire in un archivio che possa essere chiuso. Nessuna documentazione concernente i pazienti può lasciare la clinica e non possono essere prodotti duplicati.

Gli aventi diritto sono obbligati ad informare per scritto i medici interessati sull'estensione dell'autorizzazione. Tale comunicazione deve contenere l'indicazione, concernente i dati rilevati dopo il 1° gennaio 1996, che i medici, nonostante l'autorizzazione, possono essere penalmente perseguibili in caso di trasmissione dei dati personali in questione, se i parenti delle persone interessate non sono state informate, o se sono trasmessi dati di parenti dei pazienti che hanno espressamente vietato tale trasmissione. La lettera deve essere fatta pervenire, per approvazione, alla Segreteria della Commissione peritale all'attenzione del Presidente al più presto possibile, cioè prima dell'inizio dell'attività di ricerca.

7. Rimedi giuridici Contro la presente decisione può essere interposto ricorso amministrativo in virtù dell'articolo 33 capoverso 1 lettera e della Legge federale del 19 giugno 1992 sulla protezione dei dati (LPD; RS 235.1) e dell'articolo 44 ss. della Legge federale del 20 dicembre 1968 sulla procedura amministrativa (LPA; RS 172.021) entro 30 giorni dalla notifica rispettivamente dalla pubblicazione presso la Commissione federale sulla protezione dei dati, casella postale, 3000 Berna 7. Il ricorso deve essere inoltrato in duplice copia e deve contenere le conclusioni, i motivi, i mezzi di prova e la firma del ricorrente o del suo rappresentante legale. 8. Comunicazione e pubblicazione La presente decisione è notificata per scritto ai titolari dell'autorizzazione conformemente alla cifra 1 e all'Incaricato federale della protezione dei dati. Il dispositivo della decisione è pubblicato sul Foglio federale. L'avente diritto al ricorso può prendere visione dell'intera decisione presso il Segretariato della Commissione peritale, Ufficio federale della sanità pubblica, Divisione giuridica, 3003 Berna, dopo essersi annunciato telefonicamente (031 / 322 94 94).

17 febbraio 1998 oo27e

386

Commissione peritale per il segreto professionale in materia di ricerca medica: II presidente, prof. dott. iur. Mark Pieth

Autorizzazione particolare a togliere il segreto professionale a scopo di ricerca nei campi della medicina e della sanità pubblica // presidente della Commissione peritale del segreto professionale in materia di ricerca medica nella procedura per circolazione degli atti del 1° dicembre 1997, in virtù dell'articolo 321bis del Codice penale svizzero (CP, RS 311.0) e degli articoli 1, 2, 9 capoverso 5, 10 dell'Ordinanza del 14 giugno 1993 concernente l'autorizzazione a togliere il segreto professionale in materia di ricerca medica (OATSP, RS 235.154) nell 'oggetto prof. doti. med. B. Rüttimann e Repa Michal, Medizinisches Institut und Museum dell'Università di Zurìgo (progetto per la tesi di dottorato in storia della medicina «Landarztpraxis» [Gabinetti medici di campagna] 1948-1956) concernente la domanda del 21 agosto 1997 per un'autorizzazione particolare a togliere il segreto professionale in virtù dell'articolo 321bis CP a scopo di ricerca medica (OATSP, RS 235.754) decide: 1. Titolare dell'autorizzazione a. Al prof. doti. med. B. Rüttimann, direttore del Medizinisches Institut und Museum dell'Università di Zurigo, in qualità di capo del progetto di ricerca, è rilasciata un'autorizzazione particolare a togliere il segreto professionale in virtù dell'articolo 321bis CP nonché dell'articolo 2 OATSP per prendere visione di dati non anonimizzati secondo la cifra 2 lettera a conformemente allo scopo indicato alla cifra 3. Egli deve firmare una dichiarazione concernente l'obbligo di mantenere il segreto professionale in virtù dell'articolo 321bis CP.

b. Al signor Repa Michal, dottorando, è rilasciata un'autorizzazione particolare a togliere il segreto professionale in virtù dell'articolo 321bis CP nonché dell'articolo 2 OATSP per prendere visione di dati non anonimizzati secondo la cifra 2 conformemente allo scopo indicato alla cifra 3. Egli deve firmare una dichiarazione concernente l'obbligo di mantenere il segreto professionale in virtù dell'articolo 321bis CP.

2. Autorizzazione particolare a togliere il segreto professionale in materia di dati personali a. Al dott. med. W. Nussbaum, è rilasciata l'autorizzazione di concedere agli aventi diritto secondo la cifra 1 la visione delle cartelle cliniche riguardanti 6500 pazienti che tra il 1948 e il 1956 si sono sottoposti alle sue cure.

b. Con il
rilascio dell'autorizzazione non si impone a nessuno l'obbligo di permettere l'accesso ai dati.

3. Scopo dell'accesso ai dati La visione dei dati che soggiacciono al segreto professionale in virtù dell'articolo 321 CP deve servire unicamente alla realizzazione del progetto per la tesi di dottorato in storia della medicina «Landarztpraxis (Gabinetti medici di campagna) 19481956».

387

4. Tipo di conservazione dei dati I diritto d'accesso I titolari dell'autorizzazione menzionati alla cifra 1 hanno l'obbligo di conservare sotto chiave i dati personali non anonimizzati utili alla ricerca e di proteggerli dall'accesso non autorizzato.

5. Responsabilità per la protezione dei dati di cui è stata consentita la visione II capo del progetto, prof. doti. med. B. Rüttimann è responsabile della protezione dei dati di cui è stata consentita la visione.

6. Oneri a. I dati non anonimizzati dei pazienti registrati per scritto devono essere conservati sotto chiave.

b. La visione della documentazione non anonimizzata concernente i pazienti deve avvenire in un archivio che può essere chiuso. Nessuna documentazione può lasciare l'istituto e non possono essere prodotti duplicati.

e. Gli aventi diritto sono obbligati ad informare per scritto il doti. med. W. Nussbaum sull'estensione dell'autorizzazione. La lettera deve essere fatta pervenire, per approvazione, alla Segreteria della Commissione peritale all'attenzione del Presidente al più presto possibile, cioè prima dell'inizio dell'attività di ricerca.

7. Rimedi giuridici Contro la presente decisione può essere interposto ricorso amministrativo in virtù dell'articolo 33 capoverso 1 lettera e della legge federale del 19 giugno 1992 sulla protezione dei dati (LPD; RS 235.1) e dell'articolo 44 segg. della legge federale del 20 dicembre 1968 sulla procedura amministrativa (LPA; RS 172.021) entro 30 giorni dalla notifica rispettivamente dalla pubblicazione presso la Commissione federale sulla protezione dei dati, casella postale, 3000 Berna 7. Il ricorso deve essere inoltrato in duplice copia e deve contenere le conclusioni, i motivi, i mezzi di prova e la firma del ricorrente o del suo rappresentante legale.

8. Comunicazione e pubblicazione La presente decisione è notificata per scritto al titolare dell'autorizzazione conformemente alla cifra 1 e all'Incaricato federale della protezione dei dati. Il dispositivo della decisione è pubblicato sul Foglio federale. L'avente diritto al ricorso può prendere visione dell'intera decisione presso il Segretariato della Commissione peritale, Ufficio federale della sanità pubblica, Divisione giuridica, 3003 Berna, dopo essersi annunciato telefonicamente (031 / 322 94 94).

17 febbraio 1998

0027d

388

Commissione peritale per il segreto professionale in materia di ricerca medica: II presidente, prof. doti. iur. Mark Pieth

Pianificazione del territorio, Piano direttore del Canton Argovia II Consiglio federale ha decretato in data 14 gennaio 1998 quanto segue: 1

Visto il rapporto d'esame dell'Ufficio federale della pianificazione del territorio del 28 novembre 1997, il Piano direttore del Canton Argovia è approvato con le modificazioni giusta la cifra 2 e con riserva della cifra 3.

2

Modificazioni del Piano direttore II Piano direttore è modificato come segue: un adattamento del Piano direttore può essere chiesto da tutti i servizi federali per il tramite del DFGP (Modificazione della risoluzione A 2 - 2.1 lett, d); il progetto di costruzione n. 2, strada nazionale Al, semiraccordo Spreitenbach (direzione Berna), viene classificato come risultato intermedio (Modificazione della risoluzione V2.1 -2.1 nel senso di un cambiamento di categoria); le procedure per l'adattamento del Piano direttore e per il rilascio di concessioni per centrali elettriche vanno coordinate tra di loro (Modificazione della risoluzione E 2.1 -3.2, 2a frase); le procedure per l'adattamento del Piano direttore e per l'approvazione di progetti di linee di trasmissione dell'elettricità vanno coordinate tra di loro (Modificazione della risoluzione E 2.2 -3.2, 2a frase).

Il Canton Argovia è invitato a completare il Piano direttore con l'aggiunta di queste modificazioni.

21 22

23

24

3 31

Ordine di procedura di conciliazione La procedura di approvazione del sito di estrazione di inerti n. 44 «Bremgarten» è sospesa.

32 Per stabilire l'idoneità all'autorizzazione del controverso sito di estrazione di inerti viene ordinata una procedura di conciliazione tra l'Ufficio federale dell'ambiente, delle foreste e del paesaggio (UFAPP) e il Canton Argovia.

33 II DFGP (UFPT) è incaricato di determinare in accordo con le parti un mediatore incaricato della conduzione dei negoziati di conciliazione, di stabilire i dettagli della procedura ai sensi delle spiegazioni della proposta e di sottoporre al più tardi entro la fine del 1998 al Consiglio federale una nuova proposta di decisione riguardo al trattamento del sito di estrazione di inerti «Bremgarten» nel Piano direttore argoviese.

4

Rapporto II Cantone è invitato a orientare l'UFPT al più tardi entro il 31 dicembre 2001 in merito allo stato della pianificazione direttrice e le modificazioni sostanziali dei fondamenti.

Il contenuto del Piano direttore del Canton Argovia approvato dal Consiglio federale può, secondo l'articolo 4 capoverso 3 della legge federale del 22 giugno 1979 sulla pianificazione del territorio (LPT, RS 700), essere visionato durante i normali orari lavorativi presso gli uffici seguenti:

389

Il rapporto d'esame delPUFPT del 28 novembre 1997 può essere visionato presso gli uffici menzionati.

17 febbraio 1998

0339

390

Ufficio federale della pianificazione del territorio

Esecuzione della legge federale sulla formazione professionale Fondandosi sull'articolo 51 della legge federale del 19 aprile 1978 sulla formazione professionale (RS 412.10) e sull'articolo 45 capoverso 2 della relativa ordinanza d'esecuzione del 7 novembre 1979 (RS 412.101), la Società svizzera per la comunicazione tecnica TECOM ha presentato un disegno di regolamento concernente l'esame di professione di redattore tecnico/redattrice tecnica.

L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia, formazione professionale, Monbijoustrasse 43, 3003 Berna, tiene il disegno a disposizione degli interessati ed ha stabilito un termine d'opposizione di 30 giorni.

17 febbraio 1998

Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia Formazione professionale

0175

391

Comunicazione (art. 28 della legge federale del 6 ottobre 1995 sui cartelli e altre limitazioni della concorrenza; RS 251)

La segreteria della Commissione della concorrenza ha deciso, d'intesa con un membro della presidenza della Commissione della concorrenza, di aprire un'inchiesta giusta l'articolo 27 della legge federale del 6 ottobre 1995 sui cartelli e altre limitazioni della concorrenza (LCart), in merito al comportamento della Società dei medici del Canton Zurigo (AGZ) sul mercato dei prodotti assicurativi nel ramo ambulatoriale dell'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie nel Cantone di Zurigo. L'inchiesta si fonda su un reclamo che mette in causa la presunta condotta illecita dell'AGZ contro un nuovo prodotto assicurativo che si prefigge di limitare il numero di fornitori di prestazioni nel ramo dell'assicurazione obbligatoria delle cure medicosanitarie.

L'inchiesta ha lo scopo di esaminare la compatibilita di queste pratiche con gli articoli 5 e 7 della legge sui cartelli.

I terzi interessati che desiderano partecipare all'inchiesta possono annunciarsi alla segreteria della Commissione della concorrenza entro 30 giorni dalla presente pubblicazione. Conformemente all'articolo 43 capoverso 1 lettere a-c LCart possono annunciarsi i terzi seguenti: a. le persone che a motivo della limitazione della concorrenza sono impedite nell'accesso o nell'esercizio della concorrenza; b. le associazioni professionali ed economiche autorizzate per statuto a difendere gli interessi economici dei loro membri, sempreché anche i membri dell'associazione o di una sezione possano partecipare all'inchiesta; e. le organizzazioni di importanza nazionale o regionale che per statuto si dedicano alla difesa dei consumatori.

Gli annunci devono pervenire alla segreteria della Commissione della concorrenza, Effingerstrasse 27, 3003 Berna, tei. 031 322 20 40/fax 031 322 20 53.

17 febbraio 1998

0033

392

Segreteria della Commissione della concorrenza

Schweizerisches Bundesarchiv, Digitale Amtsdruckschriften Archives fédérales suisses, Publications officielles numérisées Archivio federale svizzero, Pubblicazioni ufficiali digitali

Pubblicazioni dei dipartimenti e degli uffici

In

Bundesblatt

Dans

Feuille fédérale

In

Foglio federale

Jahr

1998

Année Anno Band

1

Volume Volume Heft

06

Cahier Numero Geschäftsnummer

---

Numéro d'affaire Numero dell'oggetto Datum

17.02.1998

Date Data Seite

384-392

Page Pagina Ref. No

10 119 213

Das Dokument wurde durch das Schweizerische Bundesarchiv digitalisiert.

Le document a été digitalisé par les. Archives Fédérales Suisses.

Il documento è stato digitalizzato dell'Archivio federale svizzero.