Decreto federale sui sussidi per la ricerca oncologica durante il periodo 1980-1983

# S T #

del 18 settembre 1979

L'Assemblea federale della Confederazione Svìzzera, visto l'articolo 27sexles della Costituzione federale; visto il messaggio del Consiglio federale del 5 marzo 1979 decreta:

Art. l I La Confederazione concede un sussidio di 21,4 milioni di franchi, per il periodo 1980-1983, in favore della ricerca oncologica.

2 1 crediti annui di pagamento sono iscritti di volta in volta nel bilancio preventivo.

Art. 2 II sussidio è destinato a finanziare: a. le spese d'infrastruttura della ricerca clinica sul cancro (stazioni di ricerca clinica sul cancro, registro dei tumori, ecc.); b. le spese di gestione dell'Istituto svizzero di ricerca sperimentale sul cancro (ISREC); e. progetti di ricerca attuati in collaborazione con il «Centro internazionale di ricerca sul cancro» (CIRC).

Art. 3 II Dipartimento federale dell'interno emana un regolamento contenente direttive per la concessione di sussidi.

Art. 4 1 II presente decreto, che non è d'obbligatorietà generale, non sottosta al referendum.

2 Esso entra in vigore il 1° gennaio 1980.

Consiglio nazionale, 14 giugno 1979 Consiglio degli Stati, 18 settembre 1979 II presidente: Generali II presidente: Luder II segretario: Zwicker II segretario: Sauvant 1) ff 1979 I 1106 1979 _ 756

943

Schweizerisches Bundesarchiv, Digitale Amtsdruckschriften Archives fédérales suisses, Publications officielles numérisées Archivio federale svizzero, Pubblicazioni ufficiali digitali

Decreto federale sui sussidi per la ricerca oncologica durante il periodo 1980-1983 del 18 settembre 1979

In

Bundesblatt

Dans

Feuille fédérale

In

Foglio federale

Jahr

1979

Année Anno Band

2

Volume Volume Heft

41

Cahier Numero Geschäftsnummer

---

Numéro d'affaire Numero dell'oggetto Datum

16.10.1979

Date Data Seite

943-943

Page Pagina Ref. No

10 112 976

Das Dokument wurde durch das Schweizerische Bundesarchiv digitalisiert.

Le document a été digitalisé par les. Archives Fédérales Suisses.

Il documento è stato digitalizzato dell'Archivio federale svizzero.