Circolare del Consiglio federale ai Governi cantonali concernente le elezioni per il rinnovo integrale del Consiglio nazionale del 22 ottobre 1995 # S T #

del 26 ottobre 1994

Fedeli e Cari Confederati, Conformemente alla legge federale del 17 dicembre 1976 sui diritti politici (RS 161.1; RU 7994 2414, qui di seguito LDP) la 44a legislatura del Consiglio nazionale termina con la seduta costitutiva del nuovo Consiglio, il lunedì 4 dicembre 1995 (art. 57 LDP).

Le elezioni per il rinnovo ordinario di questo Consiglio (45a legislatura) avranno luogo il 22 ottobre 1995 e, nei limiti delle disposizioni legali, i giorni precedenti (art. 19 LDP). La nuova legislatura durerà fino al lunedì dell'apertura della sessione invernale del 1999. Vi invitiamo a prendere le misure necessario allo svolgimento delle elezioni nel vostro Cantone.

1

Basi legali

Le pertinenti basi legali sono la legge federale del 17 dicembre 1976 sui diritti politici e la corrispondente ordinanza del 24 maggio 1978 (RS 161.11, RU 1994 2423; qui di seguito: ODP). Entrambe contengono nuove disposizioni che saranno applicate per la prima volta in queste prossime elezioni. Per la partecipazione degli Svizzeri all' estero sono altresì applicabili le disposizioni della legge federale del 19 dicembre 1975 sui diritti politici degli Svizzeri all'estero (RS 161.5; qui di seguito LDPSE) e della pertinente ordinanza del 16 ottobre 1991 (RS 161.51; qui di seguito: ODPSE), nonché della circolare del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) del 16 ottobre 1991 alle Cancellerie di Stato cantonali e alle rappresentanze svizzere all'estero sui diritti politici degli Svizzeri all'estero (FF 1991IV 460-464).

1994 - 688

807

Elezione del Consiglio nazionale 2

Ripartizione dei seggi

L'artìcolo 72 della Costituzione federale dispone che il Consiglio nazionale si compone di duecento deputati del popolo svizzero, che i seggi sono ripartiti fra i Cantoni e i Semicantoni proporzionalmente alla popolazione di residenza e che ciascun Cantone e Semicantone ha diritto almeno a un seggio. Conformemente agli articoli 16 e 17 LDP e all'ordinanza del 19 ottobre 1994 sulla ripartizione dei seggi per il rinnovo del Consiglio nazionale (RS 161.12; RU 1994 2429), il numero dei rappresentanti per ogni Cantone è il seguente: Tabella 1

\.

2.

3.

4.

5.

6.

7.

8.

9.

10.

11.

12.

13.

Zurigo Berna Lucerna Uri Svitto Obvaldo Nidvaldo Glarona Zugo Friburgo Soletta Basilea-Città Basilea-Campagna

34 27 10 1 3 1 1 1 3 6 7 6 7

14.

15.

16.

17.

18.

19.

20.

21.

22.

23.

24.

25.

26.

Sciaflusa Appenzello-Esterno Appenzello-Interno San-Gal!o Grigioni Argovia Turgovia Ticino Vaud Vallese Neuchâtel Ginevra Giura

2 2 1 12 S 15 6 8 17 7 5 11 2

Disposizioni procedurali generali

31

Modalità di voto

I Governi emanano le necessarie prescrizioni sulle modalità del voto (cfr. art. 83 e 91 cpv. 2 LDP). A questo proposito la modificazione del 18 marzo 1994 della LDP (FF 1994 II 215-223) apporta diverse novità nel diritto federale (art. 3 cpv. 1, art. 5 cpv. 35, art. 8 cpv. 2 e art. 11 cpv. 3 e 4).

808

Elezione del Consiglio nazionale 32

Motivi di annullabilità e di nullità

Le disposizioni sui motivi di annullabilità e nullità risultanti dalla procedura cantonale (busta o bolli di controllo, ecc.) (cfr. art. 12 cpv. 2 LDP) sono applicabili anche per le elezioni del Consiglio nazionale (art. 38 e 49 LDP).

33

Provvedimenti contro abusi

Occorrerà soprattutto provvedere affinché nessun elettore deponga più di una scheda nell'urna.

34

Pratiche punibili

A questo proposito giova ricordare l'articolo 282bis del Codice penale svizzero, il cui tenore è il seguente: Art. 282bis Chiunque raccoglie, riempie o modifica sistematicamente schede per un'elezione o votazione ovvero distribuisce schede siffatte è punito con l'arresto o con la multa.

35

Uffici elettorali comunali

I risultati dell'elezione del Consiglio nazionale sono accertati giusta l'articolo 8 ODP negli uffici elettorali dei Comuni tenuto conto che di regola ogni Comune politico istituisce un ufficio elettorale.

Taluni Cantoni prevedono deroghe circa due aspetti: 351 Un Comune figurante nell'elenco ufficiale dei Comuni non istituisce un proprio ufficio elettorale (a cagione dell'esiguo numero di abitanti), nel quale vengono compilati i moduli ufficiali 1-4. Lo spoglio delle schede di questo Comune avrà luogo congiuntamente con lo spoglio delle schede deposte nell'urna di un Comune vicino più grande.

352 Un Comune istituisce diversi uffici elettorali, rispettivamente giurisdizioni elettorali (a cagione dell'elevato numero di abitanti o della sua estensione). I moduli ufficiali 1-4 sono allora compilati in ogni ufficio, rispettivamente giurisdizione elettorale.

Per i lavori di statistica, la conoscenza di queste eccezioni è importante. Vi invitiamo pertanto a trasmettere entro il 15 giugno 1995 alla Cancelleria federale le corrispondenti informazioni sugli allegati 3 e 4.

809

Elezione del Consiglio nazionale 36

Consegna del materiale di voto agli elettori

Al più tardi dieci giorni prima di quello dello scrutinio, ossia entro il 12 ottobre 1995 al più tardi, i Cantoni in cui vige il sistema maggioritario trasmettono a ogni elettore una scheda e quelli in cui vige il sistema proporzionale un gioco completo delle schede, con la guida elettorale della Confederazione (cfr. art. 33 cpv. 2, risp. art. 48 LDP). Questo termine è più breve di quello per le votazioni popolari (art. 11 cpv. 3 LDP: tre fino a quattro settimane).

361 Entro termini così brevi per molti Svizzeri all'estero non sarebbe possibile partecipare per corrispondenza alle elezioni del Consiglio nazionale, vista la durata usuale degli invii postali internazionali.

Vi preghiamo pertanto di provvedere affinchè le schede siano stampate ed inviate molti giorni prima del 12 ottobre 1995, onde permettere ai nostri connazionali che si trovano all'estero di esercitare il loro diritto di voto.

361.1 Molti Svizzeri all'estero pianificano un congedo in patria per l'esercizio del diritto di voto. In questo caso vi è il pericolo che essendo abituati agli usuali termini per le votazioni intendano ritirare il materiale di voto nel loro Comune di voto già a partire dal 21° giorno prima dell'elezione, ossia dalla fine di settembre 1995. Detto materiale dovrebbe pertanto essere disponibile il più presto possibile, affinchè gli Svizzeri all'estero che rimpatriano possano esercitare il loro diritto di voto.

361.2 Per l'invio del materiale di voto i funzionari e gli impiegati federali in servizio all'estero possono utilizzare il servizio di corriere del DFAE. La corrispondenza con le rappresentanze svizzere all'estero è trasmessa in parte per posta o per via aerea, e in parte da compagnie aeree; per la maggior parte delle rappresentanze, le spedizioni nelle due direzioni sono eseguite una sola volta per settimana. I termini di spedizione sono stabiliti nei piani di volo e non possono subire cambiamenti. Quindi, se il materiale di voto venisse trasmesso dai Comuni al servizio del corriere del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) soltanto 10 giorni prima di quello dello scrutinio, sarebbe tecnicamente escluso, in molti casi, che questo servizio ritorni tempestivamente le schede ai Comuni.

Se possibile, i Comuni interessati dovrebbero dunque trasmettere al servizio del corriere del DFAE le schede per i funzionari svizzeri il più tardi alla fine di settembre 1995, affinchè anche questi elettori possano esercitare validamente il loro diritto di voto.

362 Alla Cancelleria federale devono essere trasmessi tre giochi completi di tutte le schede.

810

Elezione del Consiglio nazionale 4

Cantoni con il sistema maggioritario

41

Cantoni interessati

Nei Cantoni che devono eleggere un solo deputato in Consiglio nazionale (Uri, Obvaldo, Nidvaldo, Glarona e Appenzello Interno), l'elezione ha luogo secondo il sistema maggioritario.

42

Presupposto per elezioni tacite

Se un Cantone con l'elezione secondo il sistema maggioritario intende procedere ad un'elezione tacita necessita a tal fine di pertinenti prescrizioni procedurali da stabilire in un atto normativo formale cantonale (art. 47 cpv. 2 LDP).

43

Maggioranza relativa

Fa stato la maggioranza relativa: è eletta la persona che ottiene il maggior numero di voti (art. 47 LDP).

44

Procedura in caso di parità di voti

In caso di parità di voti decide la sorte (art. 47 cpv. 1, terza frase LDP).

45

Schede bianche e schede nulle

Prima dello spoglio vengono scartate le schede bianche e nulle (art. 20a LDP). Sono segnatamente nulle anche le schede che recano nomi di diverse persone, che non sono ufficiali o che non sono riempite a mano (art. 49 lett, a, b, e LDP).

46

Verbale d'elezione

I risultati dei candidati eletti e di quelli non eletti che abbiano raccolto almeno 100 voti sono iscritti dall'ufficio elettorale del Cantone nel processo verbale, secondo l'ordine dei suffragi ottenuti e con le indicazioni personali giusta il modello B (cognome, nome, anno di nascita, professione, luogo d'origine e domicilio), eventualmente però con l'aggiunta dell'appartenenza partitica.

811

Elezione del Consiglio nazionale 47

Indicazione esatta della professione

Occorre prestare particolare attenzione all'indicazione esatta della professione nel caso dell'elezione di candidati che appartengono allo stato ecclesiastico o che lavorano al servizio della Confederazione. L'indicazione della professione deve essere assolutamente precisata nel processo verbale affinchè agli eletti possa essere tempestivamente chiesto di scegliere tra il pubblico impiego, rispettivamente lo stato ecclesiastico, e il mandato parlamentare (incompatibilità secondo gli articoli 75 e 77 Cost.).

48

Altri candidati

I candidati che hanno raccolto meno di 100 voti e non sono stati eletti non devono essere iscritti nominalmente; i loro suffragi sono sommati e il totale viene indicato sotto la rubrica "altri".

5

Cantoni con il sistema proporzionale

Nei Cantoni in cui vige il sistema proporzionale, al Governo cantonale spettano principalmente i seguenti compiti:

SI

Nomina degli uffici elettorali cantonali ed istruzione degli uffici elettorali dei Comuni

511 I Governi cantonali designano il servizio (ufficio elettorale cantonale) incaricato di dirigere le operazioni elettorali, di ricevere e stabilire definitivamente le proposte di candidatura e di compilare i risultati dell'elezione (art. 7 ODP).

512 Disciplinano la composizione degli uffici elettorali dei Comuni, impartiscono loro le necessarie istruzioni e trasmettono loro i moduli per lo spoglio, giusta l'allegato 2 dell'ODP. I Cantoni possono ottenere i moduli per lo spoglio, a prezzo di costo, presso la Cancelleria federale (art. 8 cpv. 1 e 2 ODP).

52

Annuncio del termine di presentazione delle candidature e del termine per la modifica delle liste

I Governi cantonali notificano alla Cancelleria federale entro il 1° marzo 1995 al più tardi, quale lunedì è stato stabilito dal diritto cantonale come termine di presentazione delle candidature e se il termine per la modifica delle liste è di 14 o di 7 giorni (art. 80 ODP; art. 21 cpv. 1 e art. 29 cpv. 4 LDP). Vi ricordiamo che per motivi tecnici il

812

Elezione del Consiglio nazionale termine di presentazione delle candidature può in ogni caso essere stabilito soltanto all'ultimo lunedì di settembre qualora il vostro diritto cantonale limiti ad una settimana il termine per la modifica (art. 29 cpv. 4 LDP).

53

Moduli di spoglio

Se intende utilizzare moduli diversi dai modelli di cui all'allegato 2 ODP, un Cantone deve presentare una domanda motivata al Consiglio federale entro il 1° gennaio 1995 (art. 8 cpv. 3 ODP). Non deve essere presentata alcuna domanda per moduli modificati già autorizzati dal Consiglio federale per l'elezione del Consiglio nazionale nel 1983, 1987 o l991.

54

Esortazione a presentare proposte di candidatura

I Governi cantonali invitano per tempo gli elettori a presentare le proposte di candidatura, attirando la loro attenzione segnatamente sulle seguenti prescrizioni: 541 Le proposte di candidatura devono giungere ai Governi cantonali al più tardi entro il giorno di riferimento, ossia il lunedì tra il 1° agosto 1995 e il 30 settembre 1995 stabilito dal vostro diritto cantonale, durante l'orario d'ufficio. La data del timbro postale del giorno di deposito non è quindi sufficiente per l'osservanza del termine di deposito delle proposte (art. 21 cpv. 1 e 2 LDP).

542 Le proposte di candidatura non devono contenere un numero di nomi superiore a quello degli eleggendi nel circondario e nessuno vi può essere iscritto più di due volte (art. 22 cpv. 1 LDP). Per essere valida ogni candidatura dev'essere corredata dell'approvazione scritta del candidato (art. 22 cpv. 3 LDP). Questa può semplicemente consistere nella firma apposta sulla proposta di candidatura (art. 8b cpv. 2 ODP).

543 Nessun candidato può essere portato su più di una proposta del medesimo circondario o su proposte di più di un Cantone con sistema proporzionale (art. 27 cpv. 1 e 2 LDP), altrimenti dev'essere immediatamente stralciato da tutte le proposte di candidatura.

544 Ogni proposta dev'essere firmata personalmente da un numero minimo di elettori con domicilio politico nel circondario elettorale (art. 24 cpv. 1 LDP) ed essere provvista di un'intestazione che la distingua dalle altre (art. 23 LDP). Un elettore non può firmare più di una proposta. In caso di perplessità vale soltanto la firma apposta sulla proposta di candidatura presentata per prima (art. 86 cpv. 3 ODP). Nessun elettore può ritirare la propria firma dopo il deposito della proposta (art. 24 cpv. 2 LDP). Per i Cantoni con il sistema proporzionale i nuovi numeri minimi di firmatari sono i seguenti:

813

Elezione del Consiglio nazionale

Tabella 2

1.

2.

3.

4.

5.

6.

7.

8.

9.

10.

11.

Zurigo Berna Lucerna S vitto Zugo Friburgo Soletta Basilea-Città Basilea-Campagna Sciaffusa Appenzello-Interno

400 400 100 100 100 100 100 100 100 100 100

'

12.

13.

14.

15.

16.

17.

18.

19.

20.

21.

San Gallo Grigioni Argovia Turgovia Ticino Vaud Vallese Neuchâtel Ginevra Giura

200 100 ' 200 100 100 200 100 100 200 100

545 La proposta deve designare tanto i candidati, quanto i firmatari con l'indicazione del nome e. cognome, dell'anno di nascita, della professione, dell'indirizzo del domicilio politico (nelle grandi località, via e numero) e, per i candidati, con il luogo d'origine (cfr. art. 22 cpv. 2 e art. 24 cpv. 1 ODP). Le indicazioni minime che deve contenere ogni proposta figurano nel modello di modulo dell'allegato 3a dell'ODP (= allegato 7; cfr. art. 8b cpv. 1 ODP).

546 I firmatari delle proposte devono designare un rappresentante e un suo sostituto per i rapporti con l'autorità. Se vi rinunciano è considerato rappresentante il primo firmatario, e suo sostituto il secondo firmatario della proposta (art. 25 cpv. 1 LDP).

Il rappresentante e, se questi è impedito, il suo sostituto hanno il diritto e il dovere di fare validamente, in nome dei firmatari della proposta, le dichiarazioni necessarie per eliminare le difficoltà che potessero sorgere (art. 25 cpv. 2 LDP). Giusta il diritto federale, il secondo lunedì successivo al termine di presentazione delle candidature tutte le proposte devono essere stabilite; il vostro diritto cantonale può tuttavia stabilire che questo termine sia abbreviato ad una settimana (art. 29 cpv. 4 LDP).

547 A due o a più liste può essere allegata, entro lo scadere del termine di modificazione previsto nel vostro Cantone (14 giorni oppure sette giorni dopo il termine di presentazione delle candidature) la dichiarazione concorde dei firmatari o dei loro rappresentanti secondo cui le candidature sono congiunte (congiunzione di liste). Le sotto-congiunzioni tra liste sono ora ammesse soltanto tra liste con denominazione uguale, differenziate unicamente da aggiunte intese a specificare il sesso, l'appartenenza di un gruppo, la regione o l'età dei candidati (art. 31 cpv. 1bis LDP). Ogni gruppo di liste congiunte è considerato, rispetto alle altre liste, come lista unica (art. 42 cpv. 1 LDP). Le sotto-congiunzioni di sotto-congiunzioni non sono più ammesse (art. 31 cpv. 1 seconda frase LDP). Le dichiarazioni di congiunzione e di

814

Elezione del Consiglio nazionale sotto-congiunzione non possono essere revocate (art. 31 cpv. 3 LDP). Le dichiarazioni di congiunzione e di sotto-congiunzione devono almeno contenere le indicazioni del modulo dell'allegato 3b dell'ODP (= allegato 8; art. 8e cpv. 1 ODP).

55

Notificazioni alla Cancelleria federale

551 Secondo l'articolo 21 capoverso 3 LDP, i Cantoni devono comunicare senza indugio alla Cancelleria federale, via telefax (n. 031/322'58'43 o 031/322'37'06) le proposte di candidatura (art. 21 cpv. 3 LDP). Visto che il termine per il deposito delle proposte spira, a seconda dei Cantoni, il più presto il 7 agosto e il più tardi il 25 settembre 1995 e dacché il candidato proposto in più liste di diversi Cantoni dev'essere stralciato dalla seconda e dalle seguenti liste (art. 27 LDP), è indispensabile che la Cancelleria federale sia immediatamente in possesso delle proposte. Le proposte devono essere compilate secondo il modello A (allegato 5) e indicare i dati personali di ciascun candidato (cognome, nome, anno di nascita, professione, luogo d'origine e domicilio) e il numero rispettivo, consistente nel numero della lista e del posto occupato nella medesima. Qualsiasi successiva modificazione o congiunzione di liste dev'essere immediatamente comunicata alla Cancelleria federale, via telefax (n.

031/322'58'43 o 031/322'37'06).

552 Nel caso dì candidati al servizio della Confederazione o esercitanti una funzione ecclesiastica occorre prestare particolare attenzione all'indicazione della professione.

L'indicazione deve assolutamente figurare già nella proposta, affinchè a queste persone possa essere chiesto, ove fossero elette, di scegliere tra il pubblico impiego rispettivamente l'ufficio ecclesiastico e il mandato parlamentare, che sono incompatibili (art. 77 risp. 75 Cost.).

553 Allo spirare del termine per la modifica il Cantone trasmette alla Cancelleria federale entro 24 ore una copia di tutte le liste comprese le indicazioni circa le modifiche apportate (art. 8d cpv. 4 ODP).

56

Struttura delle schede

dell'allestire le schede per l'elezione occorre attenersi ai seguenti principi: 561 le congiunzioni e le eventuali sotto-congiunzioni di liste, validamente convenute con altri gruppi dai firmatari, devono essere indicate sulle schede delle rispettive liste (art. 31 cpv. 2 LDP); 562 ogni lista dev'essere provvista di un numero (art. 30 cpv. 2 LDP);

815

Elezione del Consiglio nazionale 563 ciascun candidato deve ricevere un numero consistente nel numero della lista e del posto occupato nella medesima. Nei Cantoni con dieci e più seggi o liste, i numeri dei candidati devono comprendere quattro cifre (ad es. il 12° candidato della lista 2 ottiene il numero 02.12); inoltre, è raccomandato di assegnare due volte il medesimo numero ai candidati cumulati dai loro partiti; 564 gli aventi diritto di voto devono ricevere un elenco dei dati di tutti i candidati e della denominazione delle liste e delle congiunzioni e sotto-congiunzioni, qualora il vostro Cantone sostituisca le schede elettorali con schede di rilevamento (art. 33 cpv.

ibis e art. 5 cpv. 1 seconda frase LDP).

57

Preparazione dei moduli

Se uffici elettorali ricevono i moduli 2 e 4 prestampati recanti la denominazione delle liste e i nomi dei candidati, occorre allestire questi moduli in modo che non possano essere fatte iscrizioni in posti sbagliati. Lo spazio destinato all'iscrizione dei voti non emessi, ad esempio, deve essere lasciato libero soltanto sul modulo 2 dell'ultima lista; sugli altri moduli 2, lo spazio corrispondente deve invece essere sbarrato. I candidati cumulati dal loro partito devono essere iscritti una sola volta sul modulo 2; essi devono nondimeno essere menzionati nello stesso ordine delle schede prestampate. I candidati ricevono, sui moduli 2 e 3b, un numero identico a quello delle schede (cfr. n. 563).

6

Determinazione dei risultati nell'elezione con sistema proporzionale

61

Modulo 1

Nel modulo 1 devono essere iscritti sia il numero delle schede invariate, separatamente per ogni lista, sia le indicazioni corrispondenti delle schede variate.

Le schede senza denominazione di partito sono considerate schede variate, ma costituiscono un gruppo a parte; la loro quantità deve pure essere iscritta nel modulo 1, nell'ultima colonna a destra.

62

Determinazione dei risultati nei Comuni

Nei Comuni i risultati sono accertati nel seguente modo:

816

Elezione del Consiglio nazionale 621

Classificazione delle schede

621.1 Dopo l'apertura delle urne, le schede sono ripartite in schede nulle (art. 38 LDP), schede bianche e schede valide.

621.2 Si contano immediatamente le schede nulle e le schede bianche, se ne iscrìve il numero nei moduli 1 e 4 (processo verbale) e si mettono definitivamente da parte (art.

20aLDP).

621.3 Le schede valide sono suddivise in schede invariate e schede variate. Le liste senza intestazione sono considerate schede variate.

621.4 Le schede variate e non variate sono successivamente classificate secondo la denominazione della lista - tenuto conto che le schede senza denominazione di lista o di partito formano un gruppo speciale - e iscritte nel modulo 1. Il numero delle schede invariate e di quelle variate deve inoltre essere iscritto, separatamente per ogni lista, nei corrispondenti moduli 2, e il totale di tutte le schede invariate e variate, con designazione di partito, nel modulo 4. In questo modulo deve pure essere riportato il numero delle schede senza intestazione già iscritto nel modulo 1.

622 622.1

Procedura per le schede variate Le schede variate devono dapprima venir corrette.

622.11 Occorre cancellare con una matita colorata: 622.111 le ripetizioni in soprannumero del nome di un candidato menzionato più di due volte; 622.112

i nomi non portati da nessuna lista del circondario elettorale;

622.113

i nomi iscritti in modo illeggibile e i candidati non identificabili;

622.114

i nomi in soprannumero;

622.115 i nomi cumulati (doppio voto per determinati candidati) mediante l'uso di virgolette o con i termini "idem", "dito", ecc.

622.12 Vanno poi integrati i numeri mancanti dei candidati.

622.13 Occorre controllare se i numeri dei candidati concordano coi nomi. In caso di divergenza tra il nome e il numero, il nome è determinante; il numero deve essere corretto adeguatamente.

817

Elezione del Consiglio nazionale 622.14 I voti non emessi contano come suffragi di complemento: 622.141 quando una scheda porta un'intestazione di lista che, senza concordare letteralmente con una delle intestazioni pubblicate ufficialmente, non lascia, per il tenore, alcun dubbio sull'identità con la stessa; 622.142 quando una scheda non porta alcuna intestazione, o porta un'intestazione non chiara, ma reca il numero progressivo di una lista pubblicata ufficialmente; 622.143 quando una scheda reca la denominazione esatta di una lista e un numero progressivo che non concorda con la denominazione; in questo caso è determinante la designazione della lista (art. 37 cpv. 4 LDP); 622.144 quando una scheda reca solo la denominazione del partito, ancorché quest'ultimo abbia presentato più liste regionali nel Cantone; i suffragi di complemento sono attribuiti alla lista della regione in cui è deposta la scheda (art. 37 cpv. 2 LDP).

622.145 se una scheda reca solo il nome del partito, benché nel Cantone quest'ultimo abbia presentato diverse liste non differenziate o non solo differenziate a seconda di criteri regionali, bensì secondo l'età, il sesso o l'ala del partito; in questo caso i suffragi di complemento sono computati alla lista il cui numero progressivo figura sulla scheda; se tale numero manca, i suffragi di complemento sono computati alla lista designata lista privilegiata al momento della notifica (cfr. n. 547).

622.2 Fatta questa operazione, le schede sono numerate progressivamente nell'apposito spazio lasciato in bianco, in alto a destra (o a sinistra); per ogni lista si comincia dal numero 1.

622.3 Successivamente, le schede variate vengono iscritte nei fogli di conteggio, allestiti separatamente per ogni lista e per le liste senza intestazione (modulo 3). Sullo stesso foglio di conteggio possono dunque essere iscritte soltanto le schede recanti la medesima denominazione di lista o soltanto le schede senza denominazione di partito.

622.4 Per ogni lista e per le schede senza intestazione deve essere allestita una ricapitolazione speciale (modulo 3a). I risultati di queste ricapitolazioni sono poi riportati sul modulo 3b (prospetto riassuntivo di tutte le liste) e i totali iscritti in fondo e a destra della tabella.

622.5 Per controllo le cifre totali verticali sui moduli 3, 3a e 3b sono divise per il numero dei seggi del Cantone. Il risultato deve corrispondere a quello delle schede verificate.

818

Elezione del Consiglio nazionale 623

Modulo 2

Sul modulo 2 possono ora essere riassunti i suffragi personali e di partito, sia delle schede invariate, sia di quelle variate.

623.1 Per ogni lista (tranne le schede senza intestazione) è compilato un esemplare (con copia) del modulo 2. Nella prima colonna (suffragi delle schede invariate), è iscritto ancora una volta, per ogni nome di candidato non cumulato, il numero suindicato delle schede invariate. In caso di cumulo, è indicato il numero doppio.

623.2 Sulla scorta del modulo 3b, nella seconda colonna sono poi iscritti i suffragi personali di tutte le schede variate (incluse quelle senza intestazione).

623.3 I voti non emessi provenienti dalle schede senza intestazione sono indicati una sola volta nel modulo 2 dell'ultima lista.

624

Modulo 4

I moduli l-3b sono inseriti nel modulo 4.

624.1 Dapprima devono essere completate nel modulo 4 le indicazioni sulla prima pagina.

624.2 Nell'interno sono iscritti l'uno accanto all'altro e addizionati verso destra i suffragi personali e i suffragi di complemento di ogni lista. Dopo l'iscrizione e l'addizione dei suffragi di tutte le liste di partito, sono sommati verticalmente i numeri recati nelle tre colonne. L'addizione orizzontale del totale dei suffragi personali e del totale dei suffragi di complemento da il totale di tutti i voti di partito. Nell'apposita linea in basso va riportato il numero dei voti non emessi iscritto nel modulo 2 dell'ultima lista. L'addizione finale da il totale dei suffragi personali e di complemento e dei voti non emessi. Per verifica, questa somma è divisa per il numero dei seggi cui ha diritto il Cantone; il quoziente deve corrispondere al numero delle schede valide iscritto nella prima pagina del modulo 4.

63

Ricapitolazione dei risultati elettorali cantonali

631 L'ufficio elettorale cantonale allestisce un processo verbale in doppia copia che deve corrispondere al modulo 5 per contenuto e disposizione.

632 L'ufficio elettorale cantonale indica nel processo verbale ; candidati eletti e non eletti di ciascuna lista, nell'ordine dei suffragi ottenuti e specificandone i dati personali secondo il modello B (cognome e nome, anno di nascita, professione, luogo d'origine e

819

Elezione del Consiglio nazionale domicilio; cfr. allegato 6), come anche il rispettivo numero consistente nel numero della lista e in quello del posto occupato nella medesima.

64

Diagramma

Per le operazioni di spoglio abbiamo compilato un diagramma illustrante lo svolgimento preciso dell'iscrizione dei risultati nei moduli. Ve ne trasmettiamo un esemplare pregandovi di chiarire il vostro fabbisogno. Il numero desiderato di esemplari può essere ottenuto gratuitamente presso la Cancelleria federale, alla quale le ordinazioni devono essere trasmesse entro il 31 marzo 1995.

7

Informazione e procedura di ricorso

71

Notificazione dei risultati

Vi invitiamo a provvedere, con tutti i mezzi opportuni, affinchè l'accertamento dei risultati delle elezioni abbia luogo il più presto possibile e in modo corretto. A tale scopo, favorite chiedere agli organi ufficiali (autorità comunali, circondariali e distrettuali) designati a tal fine nel vostro Cantone, di notificare immediatamente i risultati dell'elezione, per mezzo del telefax, del telefono o del telegrafo, alla vostra Cancelleria di Stato o a qualsiasi altro ufficio centrale da voi indicato. La Cancelleria di Stato, o l'ufficio centrale trasmetterà immediatamente alla Cancelleria federale via telefax (n. 031/322'37'06 o 031/322'58'43) il risultato del Cantone senza attendere la scadenza del termine di ricorso.

72

Invio immediato alla Cancelleria federale di una copia del processo verbale

Una copia del processo verbale dell'ufficio elettorale del Cantone (moduli 4 e 5) dev'essere trasmessa immediatamente, quindi ancora prima della decorrenza del termine di ricorso e senza essere firmata, alla Cancelleria federale (art. 13 cpv. 3 ODP). Secondo l'articolo 14 capoverso 2 ODP, all'Ufficio federale di statistica devono essere inviate, entro dieci giorni dalla scadenza del termine di ricorso, tutte le schede, imballate separatamente per Comune e, da parte dei Cantoni con il sistema proporzionale, i moduli 1-4.

820

Elezione de! Consiglio nazionale 73

Procedura di ricorso

Secondo l'articolo 77 capoverso 2 LDP, il ricorso dev'essere presentato al Governo del Cantone entro tre giorni dalla pubblicazione dei risultati nel Foglio ufficiale cantonale.

Giusta l'articolo 79 capoverso 1 LDP, il Governo cantonale decide entro dieci giorni dalla presentazione del ricorso. La decisione del Governo può, secondo l'articolo 82 LDP, essere impugnata presso il Consiglio nazionale entro cinque giorni dalla sua notificazione.

731 Tutti i ricorsi devono poter essere trattati tra il 22 ottobre 1995, giorno dello scrutinio, e il 4 dicembre 1995, giorno della seduta costitutiva del Consiglio nazionale.

Poiché il termine di ricorso decorre dalla pubblicazione dei risultati nel Foglio ufficiale cantonale, vi invitiamo a prendere ogni provvedimento affinchè i risultati secondo il modulo 5 siano pubblicati nel corso della settimana dopo la votazione ma il più tardi lunedì 30 ottobre 1995, nel vostro Foglio ufficiale, con l'indicazione della possibilità di ricorso (art. 52 cpv. 2 LDP); tre esemplari dell'edizione devono inoltre essere inviati immediatamente alla Cancelleria federale.

732 Per l'indicazione dei rimedi giuridici, raccomandiamo la formula seguente: "Contro questa elezione può essere interposto ricorso al Consiglio di Stato entro tre giorni (art. 77 segg. LDP).

733 Se necessario, occorre prevedere un numero speciale del Foglio ufficiale.

Soltanto in questo modo potremo essere in possesso dei ricorsi al Consiglio nazionale contro decisioni del Consiglio di Stato, ancora prima dell'inizio della sessione.

734 L'originale firmato del processo verbale dell'ufficio elettorale cantonale (modulo 5 o in casi speciali, previo accordo, modulo 4) deve essere trasmesso al Consiglio federale (art. 14 cpv. 1 ODP).

735 Vi preghiamo di trasmettere senza indugio alla Cancelleria federale una copia di tutti i ricorsi ricevuti, affinchè la Commissione della verificazione dei poteri del Consiglio nazionale possa esaminare, prima della seduta costitutiva di questo Consiglio, eventualmente anche i casi riguardo ai quali il Governo cantonale non ha ancora deciso.

736 Per evitare ulteriori indugi nella procedura di ricorso, la decisione del Governo cantonale dovrebbe essere immediatamente notificata al ricorrente e inviata assolutamente per espresso/raccomandata. Soltanto in questo modo si può scongiurare il rischio che all'inizio del periodo di legislatura la deputazione del vostro Cantone non possa partecipare a tempo debito ai dibattiti del nuovo Consiglio nazionale. Una copia della vostra decisione su ricorso compresa l'indicazione della data e del modo di spedizione dev'essere immediatamente inviata alla Cancelleria federale (art. 79 cpv. 3 LDP). In effetti, il termine per impugnare la decisione al Consiglio nazionale decorre soltanto dalla notificazione della medesima.

52 Foglio federale. 77° anno. Vol. V

821

Elezione del Consiglio nazionale 737 Qualora le irregolarità contestate non possano aver avuto alcun influsso determinante sull'esito dell'elezione ciò non costituisce più un motivo per non entrare nel merito; vi invitiamo tuttavia a respingere senza esame approfondito siffatti ricorsi insufficientemente motivati (art. 79 cpv. 2bis LDP).

74

Informazione degli eletti

Vi invitiamo infine ad informare immediatamente per scritto ogni eletto circa la sua elezione (art. 52 cpv. 1 LDP).

8

Processi verbali

81

Ordinazione dei Moduli

L'articolo 8 capoverso 2 ODP stabilisce che i Cantoni possono ottenere i moduli per lo spoglio (n. L-5), a prezzo di costo, presso la Cancelleria federale. In allegato, vi trasmettiamo pertanto un gioco completo dei moduli in formato originale. 1'

82

Termine per l'ordinazione

Vi chiediamo di ordinare i moduli, come anche i modelli A e B, alla Cancelleria federale, entro il 15 giugno 1995, e di utilizzare a tal fine il bollettino d'ordinazione (allegato 2) sul quale è necessario indicare esattamente quanti esemplari di ogni modulo vi occorrono.

Vi avvertiamo che trattasi di moduli senza designazione di partito e senza nomi di candidati.

9

Scadenzario

Alla circolare è allegata una lista di controllo cronologica (allegato 1) che indica i termini per determinati lavori e per l'informazione delle autorità federali. Vi preghiamo di provvedere affinchè tutti questi termini siano scrupolosamente rispettati.

'' Modelli di tali moduli sono pubblicati nell'allegato 2 della ODP (RS 161.11)

822

Elezione del Consiglio nazionale Profittiamo inoltre di quest'occasione, Cari e Fedeli Confederati, per raccomandarvi con noi alla protezione divina.

26 ottobre 1994

In nome del Consiglio federale svizzero: II presidente della Confederazione, Stich II cancelliere della Confederazione, Couchepin

823

Elezione del Consiglio nazionale

Allegato 1

Lista di controllo cronologica A: Preparazione amministrativa

Numero nella circolare

Operazione

1.

53

Domande di modificazione dei moduli

31 dicembre 1994

2.

52

Notificazione del termine cantonale di presentazione delle candidature e del termine per la modifica (art. Sa ODP)

1° marzo 1995

3.

64

Ordinazione del diagramma presso la Cancelleria federale 31 marzo 1995 ,,Classificazione delle schede ricevute/Spoglio delle schede variate"

4.

352

Annuncio delle eccezioni nell'organizzazione degli uffici elettorali comunali (Allegati 3 e 4)

15 giugno 1995

5.

81 + 82

Ordinazione dei moduli e dei modelle A e B (Allegato 2)

15 giugno 1995

6.

54

Invito a presentare le proposte di candidatura

fine giugno 1995

824

·

Ultimo termine ordinario

Elezione del Consiglio nazionale

Allegato 1 (seguito)

B: Presentazione delle candidature e modificazione delle liste

Numero nella circolare

Fase

Giorno della settimana

7.8.

14.8. 21.8. 28.8. 4.9.

11.9.

I.

541

Consegna delle proposte di candidatura (art. 21 LDP)

Lunedì

7.8.

14.8. 21.8. 28.8. 4.9.

11.9. 18.9. 25.9.

II.

551

Martedì Notifica delle proposte alla Cancelleria federale (art. 21 cpv.

3 LDP) (Telefax 031/322'58'43)

8.8.

15.8. 22.8. 29.8. 5.9.

12.9. 19.9. 26.9.

III.

551

Stralcio di candidature plurime sulle liste di un Cantone (art. 27 cpv. 1 LDP)

8.8.

15.8.

12.9.

IV.

551

Notificazione degli stralci alla Mercoledi Cancelleria federale ed ai rappresentanti delle liste (Telefax 031/322'58'43)

9.8.

V.

551

Stralcio da parte della Cancelleria federale delle candidature plurime su liste di diversi Cantoni (art. 27 cpv. 2 LDP)

Giovedi

10.8.

VI.

551

Rettifica dei difetti (art. 29 LDP) e congiunzioni di liste (art. 31 LDP) con termine breve per la modifica (7 giorni)

Lunedi

VII.

551

26.9.

16.8. 23.8. 30.8. 6.9.

13.9. 20.9.

27.9.

17.8. 24.8.

14.9. 21.9.

28.9.

14.8. 21.8. 28.8. 4.9.

11.9. 18.9. 25.9.

2.10.

Rettifica dei difetti (art. 29 LDP) Lunedi e congiunzioni di liste (art. 31 LDP) con termine normale per la modifica (14 giorni)

21.8. 28.8. 4.9.

18.9. 25.9.

2.10.

impossibile

Vili. 551

Notifica alla Cancelleria federale Martedi dei cambiamenti risultanti dalla modifica delle liste (Telefax 031/322'58'43) con termine breve per la modifica (7 giorni)

15.8. 22.8. 29.8. 5.9.

12.9.

19.9. 26.9.

3.10.

IX.

Notifica alla Cancelleria federale dei cambiamenti risultanti dalla modifica delle liste (Telefax 031/322'58'43) con terni ine normale per la modifica (14 giorni)

22.8.

19.9.

26.9.

impossibile

Martedi

29.8.

22.8. 29.8.

5.9.

5.9.

18.9. 25.9.

19.9.

551

Martedi

Se il termine di presentazione delle candidature è il:

31.8. 7.9.

11.9.

12.9.

3.10.

825

Elezione del Consiglio nazionale

Allegato 1 (seguito)

C: Elezione e conferma ufficiale dei risultati

Numero nella circolare

Fase

Ultimo termine ordinario

Pubblicazione delle liste (art. 32 LDP)

Nel prossimo numero del Foglio ufficiale cantonale

b. 36(361)

Consegna delle schede e delle guide elettorali (art. 33 et 34 LDP) agli elettori e alla Cancelleria federale

12 ottobre 1995 (per gli Svizzeri all'estero fine settembre 1995)

e. Introduzione

Giorno dell'elezione

22 ottobre 1995

d. 71

Trasmissione dei risultati alla Cancelleria federale

Immediatamente dopo il conteggio

e. 731

Pubblicazione dei risultati nel Foglio ufficiale cantonale

30 ottobre 1995

f.

Invio di tutte le schede e dei moduli 1-4 ali Ufficio federale di statistica

Entro dieci giorni dopo lo scadere del termine di ricorso al più tardi entro il 15 novembre 1995

72

826

Elezione del Consiglio nazionale

Nationalratswahlen 1995 Elections au Conseil national 1995 Elezione del Consiglio nazionale 1995

Anhang 2 Appendice 2 Allegato 2

Bestellschein für neutrale - Formulare 1-5 (= ohne Vordruck von Listen- und - Modelle A und B Kandidatinnen) - Musterformulare «Wahlvorschlag» und «Listenverbindung» Commande de - formules neutres l à 5 (= sur lesquelles ne figurent ni listes, ni - modèles neutres A et B noms de canditats) - Formules types «Liste de candidats» et «Apparentement» Bolletino di ordinazione dei - moduli 1-5 (= senza indicatione della liste, né dei - modelli A e B candidati) - Modelli di moduli «Proposte di candidatura» e «Congiunzione di liste» (Bis am 15. Juni 1995 an die Bundeskanzlei einzusenden) (A envoyer à la Chancellerie fédérale jusqu'au 15 juin 1995) (Da inviare alla Cancelleria federale entro il 15 giugno 1995) Abzuliefern an à envoyer à da inviare a

Kanton Canton Cantone Formular Formule Modulo

1 2 3 3a

Anzahl Nombre Numero

Musterformular Formules types Modelli di moduli

Anzahl Nombre Numero

Wahlvorschlag Liste de candidats Proposte di candidatura Listenverbindung Apparentement Congiunzione di liste

3b

4 5

Modell Modèle Modello

5a

A

5b

B

Ort Lieu Luogo

Datum Date Data

Anzahl Nombre Numero

Unterschrift Signature Firma

827

Elezione del Consiglio nazionale

Kanton Canton Cantone

Verzeichnis der politischen Gemeinden ohne eigenes Wahlbüro Liste des communes politiques sans bureau électoral Elenco dei comuni politici senza ufficio elettorale proprio Name der politischen Gemeinde ohne eigenes Wahlbüro Nom de la commune politique san* bureau électoral Nome del Comune politico proprio

ufficio elettorale

Eventuelle Rückfragen sind zu richten an Pour tout renseignement, veuillez vous adresser à Eventuali informazioni devono essere chieste a Ort, Datum, Unterschrift Lieu, date, signature Luogo, data e firma

828

Die Auszählung der Wahlzettel aus nebenstehender Gemeinde erfolgt in der Gemeinde Le dépouillement des bulletins électoraux de la commune ci-contre est effectué dans la commune de Lo spoglio delle schede del Comune a lato ha luogo nel Comune di

Name Nom Nome

Elezione del Consiglio nazionale

Kanton Canton Cantone

Verzeichnis der politischen Gemeinden mit mehreren Wahlbüros (Zählkreisen) Liste des communes politiques avant plusieurs bureaux électoraux (bureaux de dépouillement) Elenco dei comuni politici con più uffici elettorali Name der politischen Gemeinde mit mehreren Wahlbüros (Zählkreisen} Nom de ta commune politique ayant plusleun bureaux électoraux (bureaux de dépouillement) Comune politico con più uffici o giurisdizioni elettorali

Eventuelle Rückfragen sind zu richten an Pour tout renseignement, veuillez vous adresser à Eventuali informazioni devono essere chieste a

Bezeichnung (Name) der Wahlbüros oder Zählkreise Désignation (nom) des bureaux électoraux ou bureaux de dépouillement Designazione degli uffici o giurisdizioni elettorali

Name Nom Nome

0

Ort, Datum, Unterschrift Lieu, date, signature Luogo, data e firma

829

Elezione del Consiglio nazionale

Modtll Modelt A M odiilo

Wahl des Nationalrates Election du Conseil national Elezione del Consiglio nazionale

Wahlvorschläge

Lista dei candidati

Liste Nr.: Liste no: Lista no: .

Kanton : Canton: Cantone:_

Kandidaten-Nr.

No du candidat No del candidato

Liste de candidats

Name

Vorname

Nom

Cognome

Nome

Bezeichnung: Dénomination : Denominazione:.

geb.

Beruf

Heimatort

Wohnort

né en

Profession

Lieu d'origine

Domicile

nato

Professione

Attinenza

Domicilio

Stempel der kantonalen Behörde und Unterschrift : Sceau de l'autorité cantonate et signature : Bollo dell'autorità cantonale e firma :

83 500 A 22740/9

830

Elezione del Consiglio nazionale

Modell Modèle B Modello

Wahl des National rates Election du Conseil national Elezione del Consiglio nazionale

Zahl der für die Kandidaten erhaltenen Stimmen Nombre de suffrages obtenus par les candidats Numero dei voti ottenuti dai candidati

Kanton: Canton: Cantone: _

Kandidaten-Nr.

No du candidat No del candidato

Liste Nr.: Liste no: Lista no: _

Bezeichnung: Dénomination: Denominazione:.

Name

Vorname

geb.

Beruf

Heimatort

Wohnort

Stimmen

Nom

Prénom

neen

Profession

Lieu d'orìgine

Domicile

Suffrages

Cognome

Nome

nato

Professione

Attinenza

Domicilio

Voti

104.20 7.83 500 A 22740/10

831

Elezione del Consiglio nazionale Kreisschreiben Anhang 7 Circulaire Appendice 7 Circolare Allegato 7 Kanton Canton Cantone _

Anhang 3ti Annexe 3fi Allegata .in

Anzahl Nationalratssitze Nombre de sièges au Conseil national Numero dei seggi

Gesamterneuerungswahl des Nationalrates vom Renouvellement intégral du Conseil national du Rinnovo del Consiglio nazionale del Bezeichnung des Wahlvorschlags: Dénomination de la liste de candidats: Designazione della proposta:.

evtl. Präzisierung nach Alter, Geschlecht, Region oder Parteiflügel: le cas échéant, adjonction de l'âge, du sexe, de la région ou de l'aile d'appartenance: ev. specificazione di sesso, appartenenza di un gruppo, regione o età: Listennummer (wird vom Kanton zugeteilt): Numéro de la liste (attribué par le canton): Numéro della lista (assegnato dal Cantone): Kandidaten Candidats Candidati 1

Nr. Name Nom So Cognome

Vorname Prénom Noire

GeBeruf burts- Profession jahr Professione Année de

Anno dinascita

Strasse Rue Via

Nr. PLZ .V NPA No. NPA

Wohnon PLZ Heimatort Lieu 4e domicile NPA Lieu d'origine Domicilio NPA Luogo di attinenza

Unterschrift Signature Firma

Bemerkungen" Remarque * ' Osservazioni *

Ruminili (Iccr lassen) (.'»intrice (Ijisser e Mani;) Controlli' (Liscure in htjnci))

" Unter dieser Rubrik sind ein Vertreter des Wahlvorschlages und sein Stellvertreter zu bezeichnen. Diese sind gegenüber den zuständigen AmtMclk-n von Kanton und Bund berechtigt und verpflichtet, allenfalls nötige Erklärungen zur Bereinigung von Anstunden oder Unklarheiten im Namen aller Unterzeichner rechtsverbindlich abzugeben (BPR Art. 25 Abs. 2). Wo eine klare Bezeichnung fehlt, kommt diese Aufgabe dem First- und dem Zwei t Unterzeichner zu.

" Mentionner sous cette rubrique le nom du mandataire des signataires et celui de son suppléant. Ils ont, vis-à-vis de l'office cantonal compétent et de la Confédération, le droit et l'obligation de donner s'il le faut, au nom des signataires de la liste et de manière à les lier juridiquement, toutes les indications permettant d'éliminer les difficultés qui pourraient se produire (art. 25, 2e al., LDP). Si ces mentions font défaut, cette tâche incombe au premier et au deuxième signataires.

"· In questa rubrica devono essere designati il rappresentante e il suo sostituto che davanti agli uffici cantonali e federali competenti hanno il diritto e il dovere di fare validamente, in nome dei firmatari, le dichiarazioni necessarie a togliere le difficolta che potessero sorgere (art. 25 cpv. 2 LDP). In caso di non chiara indicazione, per legge si riterrà rappresentante il primo firmatario e sostituto il secondo.

832

Elezione del Consiglio nazionale Kreisschreiben Anhang 7 Circulaire Appendice 7 Circolare Allegato 7

Anhang 3a, Seite 2 Annexe 3a, page 2 Allegato 3a, Pagina 2

(Weitere) Unterzeichner des Wahlvorschlags (Autres) signataires de la liste (altri) Firmatari della proposta ^om Cognome

PLZ NPA NPA

erkungcn*1 Remarque *'

Konirolle leer lassen) Contrôle

833

Elezione del Consiglio nazionale Kreisschreiben Anhang 8 Circulaire Appendice 8 Circolare Allegato 8 Kanton Canton Cantone .

Anhang jh Annexe Jk Allegato Jh

Anzahl Nationalratssitze Nombre de sièges au Conseil national Numéro dei seggi .-- --

Gesamterneuerungswahl des Nationalrates vom Renouvellement intégral du Conseil national du Elezioni del Consiglio nazionale del Listen Verbindung Apparentement Congiunzione di liste Die unterzeichnenden Vertreter erklären hiermit die folgenden Listen für die Gesamterneuerungswahl des Nationalrats für miteinander verbunden: Les mandataires soussignés déclarent, par la présente, que les listes ci-après sont apparentées pour le renouvellement intégral du Conseil national: I rappresentanti sottoscritti dichiarano congiunte le seguenti liste per l'elezione del Consiglio nazionale: Bezeichnung Designazione

Bemerkungen'1 Remarque" Osscnazjoni"

Vertreter Mandataire des signala Rappresentante Unterschrift Signature Cognai

*' Gegebenenfalls ist unter dieser Rubrik zu vermerken, mit welcher oder welchen ändern Listen die eigene Liste unterverhundcn ist. Eine solchi.

Unterlistenverbindung ist nur möglich unter Listen gleichen Namens, die sich einzig durch eine Präzisierung hinsichtlich Region, Geschlecht, Alter oder Flügel einer Gruppierung voneinander unterscheiden.

*' Le cas échéant, mentionner sous cette rubrique avec qucllc(s) autre(s) liste(s) la présente liste est sous-apparentéc. Le sous-apparentement n'est possible qu'entre listes de même dénomination qui ne se différencient les unes des autres que par l'adjonction de la région, du sexe, de l'âge ou de l'aile d'appartenance du groupement.

*' AH'occorrenza, in questa rubrica, vanno indicate eventuali sotto-congiunzioni della presente lista. La sotto-congiunzione e permessa soltanto fra liste di uguale denominazione, differenziate unicamente da aggiunte intese a specificare il sesso, l'appartenenza di un gruppo, la regione o l'età dei candidati,

834

Schweizerisches Bundesarchiv, Digitale Amtsdruckschriften Archives fédérales suisses, Publications officielles numérisées Archivio federale svizzero, Pubblicazioni ufficiali digitali

Circolare del Consiglio federale ai Governi cantonali concernente le elezioni per il rinnovo integrale del Consiglio nazionale del 22 ottobre 1995 del 26 ottobre 1994

In

Bundesblatt

Dans

Feuille fédérale

In

Foglio federale

Jahr

1994

Année Anno Band

5

Volume Volume Heft

51

Cahier Numero Geschäftsnummer

---

Numéro d'affaire Numero dell'oggetto Datum

20.12.1994

Date Data Seite

807-834

Page Pagina Ref. No

10 118 013

Das Dokument wurde durch das Schweizerische Bundesarchiv digitalisiert.

Le document a été digitalisé par les. Archives Fédérales Suisses.

Il documento è stato digitalizzato dell'Archivio federale svizzero.